Vai al contenuto

La fatica e la fede m’han rovinato

Di periodi bui, tremendi e amari ne ho passati tanti. Se se mi volto un poco indietro non riesco a capire se davvero ne è valsa la pena. Tanto dolore, tanto studio, tanta ricerca di perfezione, tanto arrovellarsi il cervello: ma davvero può esser servito a qualcosa tutto ciò? Ho peccato di vanagloria e dinnanzi a Dio mi son sentito infinitamente piccolo.

Annunci

Fra i periodi per così dire meno felici ci fu quello che ebbe inizio appena terminai il Giudizio Universale. Certo, c’era chi mi portava in gloria nemmeno fossi un sant’uomo per ciò che avevo creato ma non mancavano coloro i quali erano pronti a mettermi in un cantuccio o magari sul rogo con la scusa delle impudicizie affrescate proprio sull’altare… impudici erano loro con i propri atti osceni e pensieri torbidi, non le pitture mie.

Nemmeno il tempo di finire quel lavoro che già papa Paolo III m’aveva commissionato altri due affreschi nella vicina Cappella Paolina. Ero vecchio, stanco e talmente pieno di lavori che non sapevo più da che parte girarmi né a chi dare la priorità. Ancora una volta sarebbe stata la Tomba di Giulio II a rimanere indietro: i discendenti del papa guerriero mica eran tanto contenti.

Annunci

Nel frattempo l’agente di Ercole Gonzaga aveva raccolto un dossier su tutte le lamentele relative al Giudizio che stavano avanzando i chietini ovvero i seguaci del futuro papa Carafa, un cardinale potentissimo e sempre più influente. Un periodaccio in cui tutto davvero mi pareva nero come la pece…la vita mia s’accorciava giorno dopo giorno eppure non vedevo lumi in fondo alla strada.

 “Basta che, per la fede di trentasei anni e per essersi donato volontariamente a altri, io non mmerito altro che la pictura e la scultura, la fatica e la fede m’han rovinato e va tuttavia di male in peggio. Meglio m’era ne’ primi anni che io mi fussi messo a fare zolfanegli, ch’i’ non sarei in tanta passione!”

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

temp_regrann_1510380316116.jpg

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5.00 €

8 febbraio: il Tormento e l’Estasi torna in tv

Il celeberrimo film dal titolo “Il Tormento e l’Estasi” proposto sui grandi schermi per la prima volta nel 1965 e diretto da Carol Reed sta per tornare di nuovo in televisione.

Sui ponteggi con Forcellino: il video da Villa Farnesina

🇮🇹Prosegue a gonfie vele il restauro che Antonio Forcellino sta conducendo sugli affreschi del Sodoma a Villa Farnesina a Roma. Il noto restauratore ci fa entrare assieme a lui nel cantiere, per… 🇬🇧The restoration that Antonio Forcellino is carrying out on the frescoes by Sodoma at Villa Farnesina in Rome continues at full speed. The…

La Scultura del giorno: l’Odalisca di Pradier

🇮🇹La scultura del giorno che vi propongo oggi è la sensuale Odalisca di James Pradier, realizzata dall’artista franco-svizzero nel 1841… 🇬🇧The sculpture of the day that I propose to you today is the sensual Odalisque by James Pradier, created by the French-Swiss artist in 1841…

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: