Vai al contenuto
Annunci

3 Febbraio: San Biagio

Il 3 Febbraio si ricorda San Biagio. Un santo di origini armene vissuto fra il III e il IV secolo. Era un medico che a causa della sua fede fu martirizzato dai romani. Non rinnegò mai la sua fede nonostante le torture subite con i pettini adoperati per cardare la lana e alla fine fu pure decapitato.

A questo Santo dedicai una porzione di affresco nel Giudizio Universale che nel corso degli anni fu oggetto di una censura tremenda e peraltro irreversibile. Non ho capito perché certi alti prelati vedano lo scandalo ovunque o forse si, già che ognuno si eleva a giudice adoperando il proprio metro di giudizio.

Daniele da Volterra, come sapete, fu incaricato di coprire le chiappe e i sessi che io avevo preferito non celare in panneggi azzardati. San Biagio e Santa Caterina ebbero sorte ben peggiore. I mal pensanti avevano interpretato le loro posizioni come un qualcosa che potesse ricordare la copula e Daniele dovette scalpellare via le due figure conservando ben poco di quello che io affrescai. Successivamente iniziò a realizzare a buon fresco la nuova testa di San Biagio e le vesti dei due Santi. Si può avere un’idea abbastanza precisa dell’aspetto originale di questa porzione di affresco grazie alla copia del Giudizio Universale che realizzò Marcello Venusti.

“Per meglio fare le persone ridere, l’ha fatta chinare dinanzi a San Biagio con atto poco onesto, il quale, standole sopra coi pettini, par che gli minacci che stia fissa, et ella si rivolta a lui in guisa che dice -che farai?- o simil cosa” scrisse Gilio a papa Carafa, facendo riferimento proprio al gruppo di San Biagio e Santa Caterina.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che spera in un veloce rasserenamento del cielo: oh, oggi c’è la fiera di San Biagio a Pietrasanta e mi ci vorrebbero giusto un paio di mestoli nuovi.

giudizio_universale_dettagli_24_san_biagio_e_santa_caterina.preview.jpg

3 February: San Biagio

On February 3rd we remember San Biagio. A saint of Armenian origins who lived between the 3rd and 4th centuries. He was a doctor who was martyred by the Romans because of his faith. He never denied his faith in spite of the torture he had suffered with combs used to card the wool and was eventually beheaded.

I dedicated a portion of this fresco to the Holy One in the Last Judgment which, over the years, was the object of a tremendous and irreversible censorship. I did not understand why certain high priests see the scandal everywhere or maybe yes, already that everyone rises to judge by using their own yardstick.

Daniele da Volterra, as you know, was commissioned to cover the butt and sexes that I had preferred not to hide in hazardous drapery. San Biagio and Santa Caterina had a much worse fate. The misunderstood had interpreted their positions as something that could remember the copula and Daniele had to chisel away the two figures while retaining little of what I frescoed. Subsequently he began to make fresh the new head of San Biagio and the robes of the two Saints. You can have a fairly precise idea of ​​the original aspect of this portion of the fresco thanks to the copy of the Last Judgment that made Marcello Venusti.

“To make people laugh better, he made her bow to San Biagio with a rather honest act, which, standing over her hair, seems to threaten her, and she turned to him in a manner that says – that will you do it? – or similar, “Gilio wrote to popa Carafa, referring to the group of San Biagio and Santa Caterina.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: