La cornice del Tondo Doni

Se avete avuto la possibilità di guardare con i vostri occhi il Tondo Doni, certamente non vi sarà sfuggita la sua cornice così particolare e ricca di dettagli assai inusuali. La struttura è complessa e qua e là compaiono palmette, cordoni, ovoli ma anche perle e numerose fusaruole.

Sulla sua superficie sembrano rincorrersi motivi dorati che si alternano fra facce mostruose e fogliame quasi come si trattassero di grottesche scolpite.

Cinque teste sporgono dalla cornice con espressioni differenti. La testa posta proprio sopra il dipinto è all’unanimità data per certa come quella di Cristo, le altre rimangono un po’ avvolte nel mistero. Solitamente vengono identificate come teste di due profeti quelle più alte mentre quelle in basso dovrebbero raffigurare altrettante sibille mentre c’è chi, nelle figure più femminili, tende a vedere due angeli.

Fatto sta che è una gran bella cornice. Son morto da secoli, lo sapete. Oramai non ricordo più se fui io a disegnarla ma credo proprio di sì. La realizzazione invece è dei Tasso, gli stessi che realizzarono tutto l’arredo della camera Doni.

Sono sicuro che la prossima volta che rivedrete il Tondo Doni, presterete un po’ più di attenzione alla cornice.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

IMG_20160516_112811

IMG_20160516_112819

Annunci

One thought on “La cornice del Tondo Doni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...