Vai al contenuto
Annunci

L’urlo o Anima Dannata che dir si voglia

Ho realizzato  questo studio di un uomo che urla nel 1533. Ho messo in moto tutti i muscoli contraendoli o stirandoli a seconda di cosa succeda  realmente in un volto durante un urlo. Se guardate bene noterete che  le vene del  collo sono molto ingrossate, il pomo d’Adamo gonfiato e i muscoli  della fronte ben contratti così come le sopracciglia. Per aggiungere un po’ di dramma alla situazione già di per sé caotica, ho sollevato  i suoi capelli con una folata di vento e ho messo alle sue  spalle  un lembo di tessuto gonfiato sempre dal vento in burrasca.

C’è chi definisce questi miei disegni di uomini in là con gli anni assai arrabbiati con il termine “terribilità”. Chissà, forse hanno ragione proprio loro.

Questo carboncino su carta è conosciuto ma non è così famoso come l’Urlo di Munch. Ora dico io, c’ho messo assai tempo e decisione per realizzare una cosa del genere e  t’arriva uno fresco fresco e ti ruba la  scena  con un dipinto moderno senza  forme. Quel  volto lì non lo  vorrete mica paragonare a quello del mio uomo che urla?

So’ bene che  la giustizia non è di questo mondo ma stasera, se non avrò altro da fare, a qualche critico d’arte o a qualcuno che si improvvisa come tale gli vado a sussurrare all’orecchio una brutta parola.

Sherzi a parte, queste due opere qualche affinità dopotutto ce l’hanno, voi cosa ne pensate? Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti. 

 

urlo-1
Annunci

4 Comments »

  1. Qui mi gioco tutto…. ma d’altra parte in quanto a caratterino anch’io non scherzo.
    Porta pazienza Michelangelo.

    Non so d’accordo. E’ ovvio che il tuo Urlo non è paragonabile anche come epoca, come costumi, come vissuto e come DNA all’Urlo di Munch.

    E già perché sono convinta che anche il DNA e non solo il saturnismo influisca sul carattere e gusti di un artista che riflette di conseguenza anche nelle sue opere.

    Vorrei vedere te vivere in un posto già di per se stesso triste dove il sole non appare mai…Anch’io sarei depressa tu no?

    Un’ opera di matrice quasi espressionista sembra facile (per il mio punto di vista questa opera lo è) ma non credo poi sia così facile gestire le proprie emozioni descrivendole con il solo pennello e colore ( sono convinta che entrambi abbiano una funzione che esula a volte dagli schemi tradizionali)

    La sofferenza ad un occhio attento non sfugge. Come un tratto pittorico ‘personale’ non dovrebbe sfuggire .

    Forse ti se perso la mostra -Il Male- esercizi di scrittura crudele – o forse hai perso i sensi nel vedere quelle opere 🙂 Davvero quello è un buon esercizio per valutare chi esprime il dolore per necessità e chi per opportunismo o tendenza di moda con abuso della sofferenza. Non vorrei rovinarti la cena, ma esiste anche L’urlo di Colombotto Rosso (visto in quella mostra) e ,per la mia sensibilità, di grande impatto emotivo.

    Personalmente quando vedo un’opera cerco di scollegarmi da quello che ‘ mi piace o non mi piace’, ma cerco di entrare nell’opera e ascoltare quello che ‘ mi dice ‘ anche se ci sono opere che mi vanno decisamente più a genio. La cosa che mi dà più fastidio in assoluto in un artista è la disonestà intellettuale, cosa che ai giorni nostri è molto frequente. Cosa che a te ovviamente non apparteneva.

    Spero che finisca tutto a tarallucci e vino e non mi arrivi qualche martellata in testa 🙂

    Mi piace

    • Helios, ci mancherebbe altro. Quali martellate? Le critiche a me piacciono e le tue sono sempre costruttive e utili. Abbiamo punti di vista diversi in merito all’arte più recente. Per me la figura umana non è un’opinione ma è un qualcosa di molto concreto. Dio c’ha fatto a sua immagine e somiglianza ( credo solo per l’aspetto fisico… in quanto a intelligenza e animo quasi oserei dire che avrebbe potuto far di meglio) e disegnare un uomo o una donna in maniera sommaria, a mio modo di vedere le cose è una bestemmia.
      Tutta l’arte rinascimentale e manierista italiana si è basata su questo punto cardine e non sono intenzionato a cambiare punto di vista dopo 450 anni dalla mia morte.
      Sono in tanti quelli che adorano il Canova. Anche se siamo sepolti sotto la stessa volta di Santa Croce, non ho paura a dire a tutti compreso a lui, che le sue opere non mi piacciono, Non mi sanno emozionare come quelle del Bernini, le trovo inespressive e hanno una scarsa precisione anatomica.
      Punti di vista.
      Michelangelo Buonarroti…. ho risposto in ritardo perché questo tuo commento m’era sfuggito.

      Mi piace

  2. Caro Michelangelo, forse ti sei fatto qualche bicchierino di troppo , poiché non credo che un artista con la tua abilità e intelligenza, rimarrebbe fermo sulle sue posizioni ai giorni nostri, non fosse altro perché un vero artista si alimenta anche della curiosità e voglia di esplorare e comprendere. Forse ai giorni nostri ti mangeresti la lingua per quello che hai affermato ora. Primo perché siamo ‘umani’ e ad immagine e somiglianza di Dio non c’è nessuno. E credo che anche tu con le tue debolezze dovresti ammetterlo 🙂

    Forse che le opere Kandinsky fanno schifo e le opere di Chagall pure? Guarda che la loro ricerca era molto attenta e seria. Dovresti andare a bere un bicchierino con loro. Cambieresti idea Sorriso
    Forse è la mancanza di onestà intellettuale che ti darebbe fastidio ai giorni nostri e con la tua acutezza capiresti anche chi la usa e chi no, opere comprese.

    Mi piace

  3. La Bibbia la conosco a menadito come la conoscevano tutti i pittori e scultori dei miei tempi. I committenti erano spesso uomini di Chiesa e era indispensabile conoscere a fondo le Sacre Scritture. D’altro canto o si crede o non si crede in Dio e io ho lavorato anni gratuitamente per espiare le mie colpe. Tutti siamo peccatori e imperfetti. Non sono io a sostenere che siamo stati fatti a immagine e somiglianza di Dio ma sta scritto.
    L’arte contemporanea si discosta assai dalla mia maniera di vedere l’arte in generale.

    Mi piace

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: