Vai al contenuto

Dopo il Bacco a Vinitaly arriva il busto del Bernini a Fiumicino

Dopo il Bacco del Caravaggio e il Bacco Bambino di Guido Reni a Vinitaly, arriva il Salvator Mundi del Bernini al Terminal 1 dell’aeroporto di Roma Fiumicino.

Cos’altro ci aspetta nel prossimo futuro?

Non ve lo so dire ma in questi ultimi mesi di prestiti bizzarri e fantasiosi ce ne sono fin troppi.

Annunci

Mentre una manciata di giorni fa due capolavori degli Uffizi del Caravaggio e di Reni, sono stati esposti a Veronafiere in occasione della 55esima edizione di Vinitaly e i Corridori di Ercolano del Museo Archeologico Nazionale di Napoli hanno presenziato alla Milano Fashion Week come spettatori inermi, il busto del Salvator Mundi arriva all’aereoporto romano di Fiumicino.

Annunci

Senza troppi preavvisi, il testamento spirituale del Bernini fattosi materia viene obbligato a lasciare il contesto della Basilica di San Sebastiano fuori le Mura per essere messo nell’aeroporto.

I passeggeri che partiranno dal Terminal 1 dello scalo capitolino avranno l’occasione di vedere questo capolavoro.

Ma dico io, ma state giocando a spostare le opere come fossero pedine di chissà quale gioco? Il Salvator Mundi del Bernini in aeroporto?

Il Salvator Mundi fu scolpito dal Bernini attorno al 1679 per la regina Cristina di Svezia alla quale l’artista era legato da un’intensa amicizia. Dopo la morte della regina, il busto fu regalato a papa Innocenzo X ma se ne persero le tracce quando circa una ventina di anni fa fu ritrovato.

Il Cristo a mezzo busto viene raffigurato nell’atto di benedire e ha una lunga e fluente capigliatura scolpita con maestria nel marmo. Un’opera di grande intensità spirituale.

Annunci

Intanto in questo momento si sbandierano numeri come trofei: ogni volta che i musei si ingolfano di visitatori se ne parla come fosse una vittoria. Con le sale strapiene nemmeno i propri piedi si riescono a vedere. Le casse gioiscono e l’esperienza di visita piange in ginocchio. Far cassa è l’imperativo del momento, tutto il resto passa in secondo piano.

Parlando degli Uffizi, senza fare nomi, il 28 aprile aprirà a Shangai la mostra dal titolo “Botticelli e il Rinascimento” che ospiterà oltre 48 capolavori rinascimentali provenienti dalle collezioni della Galleria degli Uffizi, tra cui 10 opere di Botticelli. Il costo dell’ingresso è stato portato a 25 euro ma poi saranno diverse le opere a non essere presenti nel periodo primavera- estate.

Una delle opere che presto volerà in Cina: l’Adorazione dei Magi del Botticelli
Annunci

Mi pare che anche nel caso del Cristo in aeroporto siamo sulla stessa lunghezza d’onda: per movimentare un’opera da una parte all’altra bastano i quattrini, il resto mica conta.

Sarei ben felice di sbagliarmi.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti amareggiato

After the Bacchus at Vinitaly, the bust of Bernini arrives at Fiumicino

And after Caravaggio’s Bacchus and Guido Reni’s Bacchus Child at Vinitaly, Bernini’s Salvator Mundi arrives at Terminal 1 of Rome Fiumicino airport. What else awaits us in the near future?

I can’t tell you but in recent months there have been some bizarre loans.

While a handful of days ago two Uffizi masterpieces by Caravaggio and Reni were exhibited at Veronafiere on the occasion of the 55th edition of Vinitaly and the Herculaneum Corridors of the National Archaeological Museum of Naples attended Milan Fashion Week as helpless spectators, the bust of Salvator Mundi arrives at Rome’s Fiumicino airport.

Without too much warning, Bernini’s spiritual testament that became material was forced to leave the context of the Basilica of San Sebastiano fuori le Mura to be placed in the airport.

Passengers departing from Terminal 1 of the Capitoline airport will have the opportunity to see this masterpiece.

But I say, are you playing at moving the works as if they were pawns in who knows what game? Bernini’s Salvator Mundi at the airport?

Meanwhile, at the moment numbers are being flaunted like trophies: every time museums are flooded with visitors, they talk about it as if it were a victory. With the halls packed, not even your feet can be seen. The coffers rejoice and the visiting experience weeps on its knees. Raising cash is the imperative of the moment, everything else takes a back seat.

Speaking of the Uffizi, without naming names, the exhibition entitled “Botticelli and the Renaissance” will open in Shanghai on April 28, which will host over 48 Renaissance masterpieces from the collections of the Uffizi Gallery, including 10 works by Botticelli. The cost of admission has been raised to 25 euros but then there will be several works that will not be present in the spring-summer period.

It seems to me that even in the case of Christ in the Airport we are on the same wavelength: money is enough to move a work from one place to another, the rest doesn’t matter.

I’d be happy to be wrong.

Your always embittered Michelangelo Buonarroti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: