Vai al contenuto

L’incoronazione della Vergine di Lorenzo Monaco

Oggi vi vi voglio raccontare un po’ di cose su un’opera che mi piace molto. Quale? La splendida Incoronazione della Vergine di Lorenzo Monaco, un dipinto a tempera su tavola con il fondo oro che potete ammirare alla Galleria degli Uffizi.

Questa grande opera fu commissionata da Zanobi di Cecco del Frasca per decorare l’altare maggiore della chiesa di Santa Maria degli Angeli, inserita all’interno del monastero camaldolese a Firenze.

Annunci

L’iscrizione che si vede nella parte bassa della pala, riporta proprio il nome della committenza. Il lavoro fu affidato a Lorenzo, un monaco miniatore che abitava proprio nel convento, nel febbraio 1413, anno fiorentino (1414 corrente).

La Vergine e il Cristo in trono che la incorona occupano la parte centrale dell’opera. Tutt’attorno si vedono angeli e Santi che partecipano all’evento.

Annunci

Nella parte sinistra si vede San Benedetto appartenente all’ordine camaldolese, abbigliato di bianco mentre dalla parte opposta della pala, sempre di bianco vestito, fa la sua comparsa San Romualdo. Entrambi i Santi furono i fondatori dell’ordine.

Tutta la scena si svolge al di sopra di un arco dipinto con cinque tonalità differenti di blu e punteggiato di stelle: è il simbolo delle sfere celesti che secondo la cosmologia dell’epoca formavano l’intero universo.

Immediatamente sopra la scena dell’Incoronazione, nel pinnacolo centrale, Lorenzo Monaco dipinse Dio Padre mentre in quelli minori a destra e a sinistra rappresentò la scena dell’Annunciazione.

Annunci

Invece, nella predella in basso, l’artista dipinse la Natività di Cristo, l’Adorazione dei Magi e gli episodi della vita di San Benedetto.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

La Scultura del giorno: Amore e Psiche di Canova

🇮🇹La scultura del giorno che vi propongo oggi è una delle più celebri di Antonio Canova: Amore e Psiche. Fu lo stesso artista a realizzarne due versioni, oggi appartenenti al Louvre e all’Ermitage di San Pietroburgo… 🇬🇧The sculpture of the day that I propose to you today is one of the most famous by Antonio…

31 gennaio 1504: il matrimonio di Agnolo Doni e Maddalena Strozzi

🇮🇹Il 31 gennaio del 1504 fu celebrato a Firenze il matrimonio fra Agnolo Doni, appartenente a una ricca famiglia di mercanti di stoffe e Maddalena Strozzi, componente della famiglia di banchieri più importante della città, dopo i Medici… 🇬🇧On January 31, 1504, the marriage between Agnolo Doni, belonging to a rich family of cloth merchants,…

La Scultura del Giorno: Paolo e Virginia di Puttinati

🇮🇹La Scultura del Giorno che vi propongo oggi fu realizzata da Alessandro Puttinati nel 1844 e raffigura i due amanti Paolo e Virginia… 🇬🇧The Sculpture of the Day that I am proposing to you today was created by Alessandro Puttinati in 1844 and depicts the two lovers Paolo and Virginia…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

3 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: