Vai al contenuto

Alla scoperta del Padiglione delle Carrozze dei Musei Vaticani

Il Padiglione delle Carrozze venne inaugurato da papa Paolo VI il 19 aprile del 1973 ed è il settore dei Musei Vaticani dedicato alla raccolta dei mezzi di trasporto che nel corso dei secoli sono stati adoperati dai papi che si sono succeduti.

Il percorso espositivo si snoda lungo 105 metri e ad aprire la sezione ci sono le portantine. Questi troni riccamente decorati venivano portati a spalla dagli addetti. Fra quelle esposte ce n’è una assai moderna appartenuta a Giovanni XXIII. Fu adoperata quando il dolore allo stomaco impediva al pontefice di camminare e lo indeboliva sempre di più.

Portantina di papa Leone XIII (photo credit Musei Vaticani)
Annunci

Il vero gioiello della collezione è la Berlina di Gran Gala voluta da papa Leone XII e realizzata a Roma nel 1826. Una carrozza particolarmente lussuosa che farebbe invidia a quella di Cenerentola. Arrivando con questo mezzo speciale, il papa era già visibile da molto lontano con un tranino composto da sei cavalli bianchi decorati con alti pennacchi dorati sul capo.

la Berlina di Gran Gala
Annunci

Nel padiglione ci sono anche altre importanti carrozze come le nove da cerimonia particolarmente elaborate e lussuose. Degna di nota è quella appartenuta al cardinale Luciano Luigi Bonaparte che gli fu regalata dal cugino Napoleone III e la berlina che permise a Pio IX di tornare a Roma dopo essere scappato a Gaeta travestito da prete, per sfuggire ai moti del 1848.

Proseguendo la visita al padiglione, si vedono auto storiche come la prima auto entrata nello Stato Vaticano poco dopo che Pio XI fu eletto papa, targata Corpo Diplomatico 404. Si tratta di una Bianchi Tipo 15, donata dalle donne di un’associazione religiosa milanese.

Photo credit Vatican Museum
Annunci

L’ultima auto entrata a far parte del Padiglione delle Carrozze è la celebre Fiat Campagnola, regalata a papa Giovanni Paolo II durante la sua visita a Torino. Questa vettura è entrata tristemente nella storia per aver vissuto assieme al pontefice il terribile attentato del 13 maggio 1981.

La papamobile di Giovanni Paolo II, tristemente famosa per l’attentato del 13 maggio 1981
Annunci

Se volete conoscere meglio il Padiglione delle Carrozze dei Musei Vaticani e vedere ciò che espone, vi consiglio di visionare il quarto episodio della serie Celata Pulchritudo realizzata dai Musei in collaborazione con Vatican News. La puntata è dedicata proprio questa interessante sezione che accoglie i mezzi di trasporto che hanno adoperato i pontefici nel corso dei secoli che si sono succeduti.

Ve la propongo a seguire: buona visione dal vostro Michelangelo Buonarroti.

Discovering the Carriage Pavilion of the Vatican Museums

The Carriage Pavilion was inaugurated by Pope Paul VI on April 19, 1973 and is the sector of the Vatican Museums dedicated to the collection of means of transport that over the centuries have been used by successive popes.

The exhibition path winds along 105 meters and the sedan chairs open the section. These richly decorated thrones were carried on the shoulders of the attendants. Among those exhibited there is a very modern one that belonged to John XXIII. It was used when stomach pain prevented the pope from walking and weakened him more and more.

The real jewel of the collection is the Gran Gala sedan commissioned by Pope Leo XII and built in Rome in 1826. A particularly luxurious carriage that would be the envy of Cinderella’s. Arriving by this special vehicle, the pope was already visible from far away with a train consisting of six white horses decorated with high golden plumes on their heads.

In the pavilion there are also other important carriages such as the nine particularly elaborate and luxurious ceremonial carriages. Worthy of note is the one that belonged to Cardinal Luciano Luigi Bonaparte which was given to him by his cousin Napoleon III and the sedan that allowed Pius IX to return to Rome after escaping to Gaeta disguised as a priest, to escape the riots of 1848.

Continuing the visit to the pavilion, you can see historic cars as the first car that entered the Vatican State shortly after Pius XI was elected pope, with the Diplomatic Corps 404. It is a Bianchi Tipo 15, donated by the women of a Milanese religious association.

The latest car to enter the Carriage Pavilion is the famous Fiat Campagnola, donated to Pope John Paul II during his visit to Turin. This car sadly entered history for having experienced the terrible attack of 13 May 1981 with the pontiff.

If you want to get to know the Carriage Pavilion of the Vatican Museums better and see what it exhibits, I suggest you view the fourth episode of the Celata Pulchritudo series created by the Museums in collaboration with Vatican News. The episode is dedicated precisely to this interesting section that welcomes the means of transport that the popes have used over the centuries that have followed.

I propose it to follow: good vision from your Michelangelo Buonarroti.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Il primo progetto per la facciata di San Lorenzo

🇮🇹Il disegno di cui vi parlo oggi oggi riguarda il primo progetto che presentai nel dicembre del 1516 a papa Leone X per la realizzazione della facciata della Basilica di San Lorenzo, tutt’oggi incompiuta
🇬🇧The drawing I am talking about today concerns the first project that I presented in December 1516 to Pope Leo X for the construction of the facade of the Basilica of San Lorenzo, which is still unfinished today.

La Bologna del Rinascimento: la mostra diffusa in città

🇮🇹A Bologna sta per arrivare dalla National Gallery di Londra il ritratto di Giulio II di Raffaello per la mostra “Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna” e in città si apre la mostra diffusa in 9 tappe fondamentali
🇬🇧 The portrait of Julius II by Raphael is about to arrive in Bologna from the National Gallery in London for the exhibition “Julius II and Raphael. A new season of the Renaissance in Bologna” and the exhibition in 9 fundamental stages opens in the city

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: