Vai al contenuto

La Fontana dei Leoni e la Fontana della Dea Roma

Piazza del Popolo a Roma accoglie i visitatori con tre fontane: quella centrale dei Leoni e le maestose fontane laterali del Nettuno e della Dea Roma.

Nello stesso momento in cui Piazza del Popolo era interessata nella sua trasformazione urbanistica progettata da Giuseppe Valadier, lo stesso architetto pensò di progettare sia la centrale Fontana dei Leoni che le due fontane al centro degli emicicli: quella del Nettuno e quella della Dea Roma.

La Fontana dei Leoni

La Fontana dei Leoni

Ora dovete sapere che questa zona iniziò a essere urbanizzata solamente nella metà del Cinquecento. Al centro della piazza fu realizzata una fontana su progetto di Giacomo della Porta: era il 1572. Con il passare degli anni la piazza subì diverse trasformazioni. Il primo riguarda il posizionamento dell’obelisco nel 1589, voluto da papa Sisto V mentre quello successivo è relativo alla realizzazione delle due chiese gemelle che si affacciano su Piazza del Popolo.

Spettò a Giuseppe Valadier la riqualificazione della piazza che ricevette la commissione nel 1811. La Fontana dei Leoni così andò a sostituire la precedente di Giacomo della Porta che fu però rimontata in Piazza Nicosia. La fontana è stata costruita attorno all’obelisco aggiungendo le vasche rotonde in travertino e tronchi di piramide dove furono sistemati i leoni in marmo che richiamano un po’ le atmosfere egizie. Dalla loro bocca escono i ventagli di acqua che ricadono nelle rispettive vasche sottostanti.

La Fontana della Dea Roma

La fontana della Dea Roma invece si trova al centro dell’emiciclo orientale ovvero proprio alle pendici del Pincio. Come accennato prima la fontana fu progettata da Valadier ma scolpita da Giovanni Ceccarini e fu ultimata nel 1823

Prende il nome dalla dea Roma armata, fiancheggiata dalle due allegorie dei fiumi della città: l’Aniene e il Tevere. Proprio sotto la Dea c’è la lupa che allatta Romolo e Remo: il simbolo per eccellenza di Roma.

La valva di conchiglia in travertino raccoglie le acque che arrivano da un catino posto in alto per poi ricadere nella grande vasca di forma semi circolare in basso.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e le sue descrizioni delle grandiose fontane di Roma, celebri in tutto il mondo.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: