Vai al contenuto

La palla di San Pietro

Da lontano pare piccola ma immaginatevi di salire fin lassù: vi trovereste dinnanzi a una palla tanto grande da ottenere ben venti persone una accanto all’altra. E’ lo sfavillante globo dorato che corona la lanterna della cupola di San Pietro.

Le caratteristiche

La palla di San Pietro è costituita da cinquanta lastre di bronzo che hanno differenti dimensioni. E’ laminata in oro e fu posta il loco il 18 novembre del 1593. I lavori di posizionamento furono coordinati da Giacomo della Porta su commissione di Papa Clemente VIII Aldobrandini.

Sapete che fino a non moltissimi anni fa era possibile entrarci dentro? Proprio così. Fino a metà del Novecento era consentito arrampicarsi fin lassù e ci si arrivava salendo una scala di ridotte dimensioni che ha inizio nella loggia del lanternino. Per arrivare all’interno del globo era però necessario oltrepassare un passaggio largo solo 80 centimetri: con un po’ di panza non era possibile pensare di avventurarsi nell’ardua impresa.

Illustri scalatori

A metà del Novecento si decise per motivi di sicurezza di impedire al pubblico di poter salire all’interno della palla dorata. Pensate che vista straordinaria su Roma si ha da lassù, guardando attraverso le apposite fessure.

Pontefici e sovrani non furono insensibili a quello spettacolo tanto che l’ultimo papa che si arrampicò sulla scaletta passando poi attraverso lo stretto pertugio fu Pio IX, il 28 giugno del 1847, vigilia di San Pietro e Paolo. Solo un paio di anni prima era salito lassù lo zar Nicola I, ospitato da papa Gregorio XVI.

Foto Ansa di Maurizio Brambatti

La foto iconica del fulmine

Una delle foto più recenti della palla dorata di San Pietro entrata di diritto a far parte della storia è quella scattata dal fotografo Ansa Alessandro di Meo. E’ riuscito a immortalare il fulmine che la colpì lo stesso giorno in cui Papa Benedetto XVI abdicò: era l’8 febbraio del 2013.

Foto Ansa by Alessandro di Meo

La foto che invece vedete a seguire fu scattata da Federico Patellani nel 1947, in occasione del restauro della cupola

Il libro

Se vi ho incuriosito e volete conoscere meglio tutte le vicende costruttive che hanno portato alla realizzazione della grande cupola di San Pietro che progettai secoli or sono, vi propongo questo libro di Baldrati. Nel volume vengono analizzate punto per punto tutte le fasi costruttive e la conduzione del cantiere.

Grazie a scatti effettuati da punti di vista privilegiati, potrete scoprire caratteristiche e scorci non così noti di questa incredibile costruzione architettonica. Il libro lo trovate QUA.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: