Vai al contenuto

La Scala Regia di Palazzo Farnese a Caprarola

La Scala Regia di Palazzo Farnese a Caprarola è una spettacolare opera rinascimentale realizzata dal Vignola, resa ancora più preziosa dagli affreschi di Antonio Tempesta. La forma della scala a lumaca ricorda senza dubbio quella realizzata anni prima nei Palazzi Vaticani dal Bramante.

Il Palazzo

Palazzo Farnese, detto anche Farnesina, è una delle tante proprietà che fu fatta edificare dalla ricca e potente famiglia Romana. Alle origini avrebbe dovuto avere più che altro uno scopo difensivo: una sorta di residenza fortificata insomma. Fu il cardinale Alessandro Farnese il Vecchio che commissionò il progetto ad Antonio da Sangallo il Giovane.

Nel 1530 i lavori erano già cominciati ma poi vennero sospesi quando il Sangallo passò a miglior vita. Alessandro il Giovane riprese in mano le redini del progetto e nel 1547 lo affidò al Vignola che stravolse l’idea del palazzo fortificato pensato dal predecessore.

Musement
Palazzo Farnese di Caprarola , Sala degli Angeli

La Scala Regia

Le scale a chiocciola nei palazzi nobiliari, erano di solito passaggi di servizio per le guardie e per la servitù. Il Vignola invece stravolse completamente questa idea realizzando con la forma a lumaca una sontuosa scala di rappresentanza. E’ abbastanza evidente che l’ispirazione gli arrivò direttamente dalla scala del Bramante in Vaticano.

Per realizzare il suo progetto scelse il peperino: una pietra di origine magmatica tipica della zona di Viterbo che ha una colorazione grigia con piccole macchie nere che sembrano appunto grani di pepe come suggerisce il nome che porta.

In peperino sono le trenta colonne doppie su cui si appoggia il fascione sempre in peperino decorato da bassorilievi. Le alzate dei gradini sono molto basse e si narra che siano state fatte così per permettere al cardinale di salirle senza dover scendere da cavallo. Pare sia però una leggenda anche perché non è stata rintracciata nel corso degli anni nessuna scalfittura sui gradini che possa essere ricondotta agli zoccoli dei cavalli.

Salendo le scale ci si trova letteralmente avvolti dagli affreschi di Antonio Tempesta con le storie della famiglia Farnese e dell’evoluzione dell’arme che da unicorno divenne nel corso dei secoli prima giglio e poi sei gigli.

Palazzo Farnese di Caprarola è un capolavoro e val bene una visita approfondita da fare a passo lento. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e i siti che vorrebbe farvi vedere dal vero.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: