Vai al contenuto

14 marzo 1665: nasce Giuseppe Maria Crespi

Era il 14 marzo del 1665 quando Giuseppe Maria Crespi nacque a Bologna. L’artista era ed è anche con il nome di Spagnolo o Spagnoletto per il suo vezzo di indossare abiti stretti, seguendo la moda spagnola dell’epoca.

Amore e Psiche di Giuseppe Maria Crespi
Annunci

Dopo aver studiato presso l’accademia del nudo allestita nell’atelier di Gignani, iniziò a viaggiare nel Nord d’Italia apprendendo le tecniche coloristiche in voga al momento a Venezia.

Dipinse per Eugenio di Savoia a Vienna due opere straordinarie: Achille ammaestrato da Chirone e Enea e la Sibilla e Caronte.

Fra i vari mecenati che ebbe, ci fu anche il principe Ferdinando de’ Medici per il quale realizzò diverse opere come quella che vedete a seguire: La Fiera di Poggio a Caiano, appartenente oggi alle collezioni della Galleria degli Uffizi.

La Fiera di Poggio a Caiano
Annunci

Nella fiera sulla collina dipinge venditori di manufatti in terracotta e mercanti di bestiame fra un nugolo di persone indaffarate a vende, comprare o solo curiosare.

Nel 1740 Giuseppe Maria Crespi venne nominati cavaliere da papa Benedetto XIV ma cinque anni dopo ahimè accadde quello che a un pittore non dovrebbe accadere mai. Perse la vista e non ebbe più modo di dipingere. Morì un paio di anni più tardi a Bologna, nel 1747.

La Sguattera di Giuseppe Maria Crespi
Annunci

Il libro

Se volete conoscere meglio la storia e le opere di questo grande pittore, vi consiglio il libro a cura di Emiliani e Rave: Giuseppe Maria Crespi. Si tratta di un grande volume dedicato all’artista in cui vengono analizzate per filo e per segno tutte le sue opere e raccontata la sua vita non così nota al grande pubblico.

Il libro lo potete acquistare direttamente cliccando QUA. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

Annunci

March 14, 1665: Giuseppe Maria Crespi is born

It was March 14, 1665 when Giuseppe Maria Crespi was born in Bologna. The artist was and is also with the name of Spaniard or Spagnoletto for his habit of wearing tight clothes, following the Spanish fashion of the time.

After studying at the nude academy set up in Gignani’s atelier, he began traveling in Northern Italy, learning the color techniques currently in vogue in Venice.

He painted two extraordinary works for Eugenio di Savoia in Vienna: Achilles taught by Chiron and Aeneas and the Sibyl and Charon.

Among the various patrons he had, there was also Prince Ferdinando de ‘Medici for whom he created several works such as the one you see below: The Fair of Poggio a Caiano, now belonging to the collections of the Uffizi Gallery.

In the fair on the hill he paints terracotta sellers and cattle dealers among a crowd of people busy selling, buying or just browsing.

In 1740 Giuseppe Maria Crespi was knighted by Pope Benedict XIV but five years later, alas, what happened to a painter should never happen. He lost his sight and could no longer paint. He died a couple of years later in Bologna, in 1747.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Incontrare Vasari a Palazzo Vecchio

Conoscere la storia dell’arte e i personaggi del passato in modo diverso è possibile. Dopo il periodo di sospensione di due anni tornano a Palazzo Vecchio le esperienze che consentono di vivere appieno il passato…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: