Vai al contenuto

Un bambino da crescere come un nipote

Il mio assistente e grande amico Urbino passò a miglior vita molto giovane. Per vent’anni lavorammo assieme ma un triste giorno Nostro Signore lo richiamò a sé lasciando solo me. Era una fredda giornata di gennaio del 1556 quando chiuse i suoi occhi.

Tanto ero affezionato al su’ figliolo che avrei voluto insegnargli il mestiere mio. Sapete come si chiamava quel bimbetto? Michelangelo. Il su babbo l’aveva voluto chiamare proprio come me.

Annunci

Quando ancora pensavo di andarmene a finire i miei giorni a Firenze, scrissi alla su mamma per dirgli che volentieri l’avrei portato con me, alla stregua di un nipote a cui svelare tutti i trucchi del mestiere. Le cose però a volte prendono pieghe inaspettate e rimasi per il resto dei miei giorni in quel di Roma, nella mia casa di Macel de’ Corvi.

“…io stimo questo verno andarmene a Firenze per sempre perchè sono vechio e non ò tempo di più tornare a rRoma. E passerò di costà, e, volendomi dar Michelagniolo, lo terrò in Firenze com più amore ch’è figliuoli di Lionardo di mio nipote, insegnandogli quello che io so che’l padre desiderava che gl’imparasi…”

Annunci

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

I potenti? Mai li adorai

Fra le cose che no ho mai fatto nel corso della vita è l’adorazione del potente di turno né del committente che m’affidava di volta in volta un nuovo lavoro.

Cappella Sistina: ecco il presepe 2021

Il 1 dicembre è stato svelato il nuovo presepe allestito all’interno della Cappella Sistina, ideato e realizzato da Giuseppe Passeri ed Eva Antulov. È il terzo presepe artistico che i due grandi talenti realizzano con la loro fantasia, esperienza, passione smisurata e dedizione per la cappella magna

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: