Il bianco e il grigio

Chi per la prima volta entra dentro la Sagrestia Nuova del San Lorenzo viene prima rapito dalle sculture e poi, in un secondo momento, dai contrasti cromatici.

L’accostamento del bianco del marmo e degli intonaci, abbinato al grigio scuro della pietra serena adoperata per le membrature architettoniche, crea un effetto molto particolare e suggestivo. Questo contrasto di colore già era stato introdotto dal Brunelleschi anni prima e mi parve opportuno ripeterlo con qualche modifica nella Sagrestia Nuova.

La pietra serena non è tutta uguale: a seconda di dove viene cavata ha tonalità differenti di colore e grana più o meno sottile. Per questo lavoro scelsi la migliore ovvero quella che si estraeva nella cava Fossato, ubicata nella vallata della Mensola, nei pressi di Settignano. Quella pietra serena ha una coloritura tendente all’azzurro e una grana molto fine che la rende più facile da lavorare.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

20161203_110232.jpg

TTG-Logo-Final white background Book a Michelangelo tour and receive 5% off with Promo Code MB05AB

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...