Vai al contenuto

L’autunno visto con gli occhi degli artisti

L’autunno è la stagione dei colori caldi, del giallo, del rosso e del marrone. Spesso nel mondo dell’arte viene intesa come la parte finale dell’esistenza, quando le tinte forti iniziali cominciano ad attenuarsi poco a poco fino a spegnersi quando ci si approssima all’inverno.

Sono numerosi gli artisti che hanno dedicato opere memorabili con richiami fortemente autunnali: basta pensare al meraviglioso Bacco del Caravaggio oggi appartenente alle collezioni degli Uffizi o al celebre Autunno dell’Arcimboldo.

Vediamo assieme quali sono le opere autunnali più o meno note, realizzate da grandi artisti come Goya, Mucha, Telemaco Signorini, Monet e altri ancora.

Annunci

L’Autunno di Giuseppe Arcimboldo

L’Autunno dell’Arcimboldo è un dipinto a olio su tela del 1572. Fa parte del ciclo delle Quattro Stagioni e come le altre opere di questo artista, è formato da un insieme di frutti e verdure tipici del periodo autunnale.

Pere e mele per dar forma al volto e una melagrana per il mento. L’orecchio ha la foggia di un fungo mentre l’orecchino che pende è un succoso fico. Completano l’opera grano, castagne, uva, zucche e altre prelibatezze.

Annunci

Novembre di Telemaco Signorini

Anche Telemaco Signorini dipinse un olio su tela dedicandolo al mese autunnale di Novembre.

Il cielo plumbeo sembra promettere pioggia sopra la campagna toscana mentre due donne con tanto di cesta sul capo pare stiano tornando verso casa, sferzate dal vento.

Annunci

Il Bacco di Caravaggio

Caravaggio dipinse il Bacco, oggi alla Galleria degli Uffizi, fra il 1596 e il 1598. L’opera fu commissionata dal cardinale Francesco Maria Bourbon del Monte che voleva regalarla a Ferdinando I de’ Medici in occasione del matrimonio del su figliolo Cosimo II.

Caravaggio raffigurò il dio del vino semi sdraiato su una sorta di triclinio. E’ abbigliato con una tunica che lascia scoperta gran parte del torso. Il Bacco si è appena versato una coppa di vino e ha davanti a sé un canestro di frutta non proprio freschissima.

Annunci

Autunno di Alfons Mucha

L’autunno di Mucha è un insieme esplosivo di colori autunnali: le tinte calde del giallo e del rosso, intervallate dal verde dei pampini dell’uva.

Quest’opera fa parte dei pannelli decorativi in stile Art Nouveau, dedicati alle quattro stagioni e si trova al Mucha Museum di Praga.

Annunci

La fattoria con alberi di betulle di Gustav Klimt

Anche Klimt ha scelto toni caldi e intensi per dipingere un paesaggio autunnale nel quale a dominare la scena sono i sottili tronchi degli alberi.

Annunci

La vendemmia di Francisco Goya

Goya dipinse la vendemmia nel 1786 raffigurando una scena campestre autunnale. In primo piano si vedono la contadina che porta sul capo il canestro colmo d’uva matura e un ragazzo che le porge un altro grappolo appena prelevato dal suo cesto.

Un ragazzino di spalle prova a prendere il grappolo mentre un’altra ragazza, forse la mamma, tenta di dissuaderlo. Dietro il gruppo principale compaiono vendemmiatori al lavoro fra i filari. La Vendemmia di Goya si trova al Museo del Prado.

Annunci

Effetto Autunno ad Argenteuil di Claude Monet

Monet ha dipinto dal vero questa scena autunnale ad Argentuil con tonalità calde e morbide. Arancione e marrone sono i colori dominanti, abbinati alle tonalità più fredde del bianco e dell’azzurro.

Annunci

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

25 settembre 1595: a Ponte Vecchio arrivano gli orafi

Ponte Vecchio è noto e apprezzato in tutto il mondo per il suo inconfondibile aspetto con gli edifici costruiti sopra le tre arcate ma anche perché proprio lì sopra, da secoli, sono presenti le più prestigiose e antiche botteghe orafe della città.

Il Perseo del Cellini

Da secoli il Perseo del Cellini se ne sta lì davanti alla Loggia dei Lanzi mostrando nella mano sinistra la testa appena mozzata di Medusa e nell’altra la spada sguainata. Con i piedi sopra il suo corpo oramai esanime, mostra a tutti come ha vinto grazie allo scudo che gli donò Atena, l’unica mortale delle tre Gorgoni.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: