Vai al contenuto

Con un dipinto del Seicento in valigia: fermato a Bergamo

E’ stato fermato ieri all’aeroporto di Orio al Serio di Bergamo un viaggiatore che stava per partire con un dipinto del Seicento in Valigia, attribuito a Luca Giordano.

I Funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in collaborazione con il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale Nucleo di Monza, hanno sequestrato una tela seicentesca con la Morte di San Giuseppe attribuita niente meno che a Luca Giordano.

Annunci

Secondo una nota dell’Adm, la persona fermata con il dipinto a olio su tela, avrebbe dovuto spedire l’opera in prestito a New York ma viaggiando con modalità insolite e in tempi non definiti.

L’uomo non è stato in grado di fornire l’attestato necessario per la libera circolazione né la licenza di esportazione così come è previsto dal Codice dei Beni Culturali ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per esportazione illecita di opere d’arte.

Il traffico di opere d’arte nel mondo e in Italia

Il traffico di opere d’arte nel mondo ha un valore stimato che si aggira attorno ai 9 miliardi e solo nel nostro Paese ogni anno si registrano 20 mila furti l’anno, ovvero 55 al giorno. Sono cifre impressionati che riescono a dare una vaga idea di quanto il patrimonio artistico sia tanto vulnerabile quanto ambito.

Manteniamo oramai da anni un triste primato: quello di essere la prima nazione al mondo per furti d’arte. Perché? Perché si rischia poco e i guadagni sono altissimi. Le opere d’arte sono perfette per il riciclaggio e possono diventare ostaggi su cui contrattare e merce di scambio preziosa.

L’elenco delle opere rubate e poi scomparse nel nulla sul territorio nazionale è lunghissimo. Fra le più ricercate si sono senza dubbio La Natività del Caravaggio , la Madonna col Bambino del Pinturichio scomparsa da una dimora privata a Perugia e il superbo Ritratto di chierico sorridente di Gherardo delle Notti trafugato dalla Torrita di Siena.

La natività del Caravaggio trafugata
Annunci

Come vi ho accennato l’elenco è lungo… troppo lungo e si allunga sempre di più. Dov’è finita la Madonna del Rosario del Moncalvo? E la mia Testa di Fauno trafugata durante la Seconda Guerra Mondiale e mai più restituita?

Belle domande alla quali non so dare risposta. Per il momento restano in sospeso come restano in sospeso tutti quei capolavori e oggetti d’arte svaniti nel nulla. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Palazzo Farnese a Roma

Con Palazzo Farnese ebbi parecchio a che fare. Oggi è la sede dell’ambasciata francese in Italia e con la sua imponenza domina l’omonima piazza nel Rione Regola.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: