Vai al contenuto

Il Giorno e le sue particolarità

Il Giorno se ne sta sopra il sarcofago del Duca di Nemours da secoli, mostrando tutta la sua potenza. Sul volto ancora si leggono i solchi lasciati dalla mia subbia e dalle gradine. E’ un’opera non finita ma più avanti vi racconterò il perché non la portai a termine.

Cominciai a metter mano a questa scultura nel 1526 ma poi le cose a Firenze cambiarono e non poco. Nel 1530 la situazione divenne insostenibile e dovetti nascondermi. Le truppe inviate dal Papa padroneggiavano e ne combinavano di tutti i colori pur di abbattere la repubblica e riconsegnare la città dritta dritta nelle mani della ricca e potente famiglia Medici. I parteggianti per i Medici volevano uccidermi perché oramai era chiaro a tutti da che parte stessi: non ne facevo certo mistero.

Annunci

Quando le acque tornarono a quietarsi ripresi a lavorare sia al Giorno che alle altre opere che avrebbero decorato la Sagrestia Nuova della Basilica di San Lorenzo. Papa Clemente VII de’ Medici si rese conto di avere ancora bisogno della mia arte. Così riporta il Vasari quell’episodio nelle sue Vite: “Papa Clemente fe’ fare diligenza di trovarlo, con ordine che non se li dicesse niente, anzi, che se gli tornassi le solite provisioni, purchè egli attendessi all’opera di San Lorenzo”.

Passò poco tempo prima di essere chiamato a Roma: partii nel 1534 lasciando sul pavimento le opere, alcune delle quali non terminate. Da allora non feci più ritorno a Firenze o meglio, tornai, ma solo solo dopo la mia morte.

Annunci

Fateci caso: il Giorno è l’unica scultura che volge le spalle a chi vi si trova dinnanzi per ammirarlo. Pensai per lui una posa opposta a quella che ha la Notte che si appoggia sullo stesso sarcofago, quasi a voler mettere in luce il contrasto netto che esiste proprio fra i due diversi momenti della giornata.

Mentre la Notte dorme il Dì veglia semisdraiato guardando dritto negli occhi chi passa davanti a lui. Il busto si appoggia sul gomito sinistro mentre il braccio destro è piegato sul ventre.

Nel corso dei secoli gli esperti si sono sbizzarriti sull’interpretazione di questa figura: c’è chi ha saputo leggerci la personificazione del dolore, chi dell’ira e chi addirittura il simbolo della luce cristiana.

Il retro del Giorno fotografato prima del rimontaggio delle sculture sopra le tombe dei duchi, dopo il termine della Seconda Guerra Mondiale

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento al prossimo post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Io Canova: la nuova mostra dedicata al genio europeo

🇮🇹In occasione dei 200 anni dalla morte di Antonio Canova, i Musei Civici di Bassano del Grappa ospitano una grande mostra a lui dedicata: “Io Canova, genio europeo”…
🇬🇧On the occasion of the 200th anniversary of Antonio Canova’s death, the Civic Museums of Bassano del Grappa are hosting a large exhibition dedicated to him: “Io Canova, European genius”…

Quando si pensò di mettere il David nella Cappella dei Principi

🇮🇹Sapete che ci fu un momento in cui il David rischiò di essere posto al centro della Cappella dei Principi? Uno smacco per me e pure per i Medici… vi racconto quell’incredibile storia
🇬🇧Do you know that there was a moment when the David risked being placed in the center of the Chapel of the Princes? A setback for me and also for the Medici … I’ll tell you that incredible story

Il Commesso Fiorentino: la storia e le caratteristiche di quest’antica arte

🇮🇹Sembra impossibile che le pietre possano essere adoperate per creare decorazioni così minute e di grande effetto eppure il commesso fiorentino è una sorta di pittura con pietre dure: qualcosa di unico e un vanto tutto fiorentino…
🇬🇧It seems impossible that stones can be used to create such minute and impressive decorations, yet the Florentine salesman is a kind of painting with semi-precious stones: something unique and a Florentine pride…

Un’aspra biografia ma ricca di lodi: il Michaelis Angeli Vita

🇮🇹Quado avevo poco più di cinquant’anni ed ero impegnato in quel di Firenze con il progetto della Sagrestia Nuova, Paolo Giovio, un assai colto vescovo di Como, si mise a scrivere una biografia su di me: il Michaelis Angeli Vita: una biografia aspra…
🇬🇧When I was just over fifty years old and was engaged in that of Florence with the project of the New Sacristy, Paolo Giovio, a highly educated bishop of Como, began to write a biography about me: the Michaelis Angeli Vita: a harsh biography …

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: