Vai al contenuto
Annunci

Furti d’arte: Italia al primo posto

Ebbene sì: un primato spetta pure a noi ed è quello dei furti d’arte. Secondo i dati elaborati dall’Interpol e dall’Arma dei Carabinieri, ongi giorno sul territorio italiano ci sono 55 furti d’arte per un totale di oltre 20mila opere rubate all’anno.

Il 50% dei furti avviene nelle case private e uno su dieci nelle gallerie. Su 22.400 beni illecitamente portati al di fuori dai confini nazionali, 13mila sono dipinti e sculture. Insomma, un ebl giro d’affari che frutta 9,3 miliardi di euro.

Il commercio illegale di opere d’arte è uno dei più fruttuosi assieme a quello delle armi e della droga. Spesso le opere trafugate passano attraverso la Svizzera per poi essere inviate attraverso procedure macchinose in Giappone, Australia, Germania, in Inghilterra o negli States. Telvolta per rendere in apparenza legale la vendita di opere si creano delle collezioni private ad hoc in cui immettere nuove opere trafugate: in questo modo vengono dotate di certificazione legale per la compravendita. Insomma, il giro d’affari è notevole e pure le case d’asta a volte usano trucchi da maestro per eliminare le tracce dei furti.

Nella banca dati dei Carabinieri, ci sono attualmente oltre un milione di oggetti d’arte che sono stati rubati. Il problema principale è che i ladri rischiano molto poco a fronte di un guadagno sicuro motlo elevato. Nemmeno il carcere rischia chi ruba un dipinto o una scultura di immenso valore. Attualmente c’è un disegno di legge che prevede un inasprimento delle pene ma è fermo.

Insomma, ci sottraggono da sotot il naso parte del patrimonio artistico e stiamo a guardare. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

385419c87a0e3ccd3cf833565c2c290a_w533_h360_cp.jpg

Annunci

1 commento »

  1. abbiamo un fior fiore di patrimonio artistico e non siamo in grado di tutelarlo,le leggi vengono studiate ad hoc solo se riempiono le tasche dei soliti Paperoni, per il resto vige una gran Bengodi in cui va in galera solo il ladro di polli 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: