Vai al contenuto
Annunci

Video: cavatori, cave e marmo

Sapete, sono stato il primo scultore nel corso della storia che i blocchi per le sue opere se li andava a cercare direttamente in cava. Iniziai a recarmi sul posto prima di metter mano alla Pietà Vaticana, con l’intento di trovare un bel concio di marmo presso le cave di Carrara del Polvaccio, poi proseguii per il resto della vita.

Mi capitò anche di trovare blocchi che facevano al caso mio a Firenze e a Roma, senza dover faticare tanto abbarbicato sulle Apuane, d’inverno al gelo e d’estate sotto l’inclemenza del sole come nel caso della Pietà Rondanini e del Bacco.

Il lavoro di cava era duro, durissimo e ha continuato a esserlo fino agli anni Sessanta. Poi arrivarono i camion, le ruspe e altre cose simili per alleviare la fatica agli uomini. il lavoro di cava oggi è più sopportabile di un tempo ma il pericolo rimane.

Vi propongo un video girato qualche anno fa da Francesco Tarabella che vi spiega per immagini cosa voglia dire lavorare nelle cave di marmo. Guardatevelo tutto per capire da dove arrivi il marmo lavorato dagli artisti ma soprattutto per avere un’idea di cosa ci sia dietro ogni singolo pezzetto di marmo che vedete in giro…già per arrivare sul posto di lavoro era un’impresa che necessitava una buona dose di energie, forza e pure di coraggio.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

Video: quarrymen, quarries and marble

You know, I was the first sculptor throughout history that the blocks for his works went to look for them directly in the quarry. I started to go to the place before putting my hand to the Vatican Pietà, with the intention of finding a nice piece of marble near the Carrara del Polvaccio quarries, then I went on for the rest of my life.

Sometimes I also found blocks that were right for me in Florence and Rome, without having to struggle so much clinging to the Apuan Alps, in winter to frost and in summer under the inclemency of the sun as in the case of the Pietà Rondanini and Bacchus.

The quarry work was hard, very hard and continued to be so until the 1960s. Then came the trucks, the bulldozers and other similar things to relieve the fatigue of men. quarry work today is more bearable than before but the danger remains.

I propose a video shot a few years ago by Francesco Tarabella that explains to you in images what it means to work in the marble quarries. Look at it all to understand where the marble worked by the artists comes from but above all to get an idea of ​​what’s behind every single piece of marble you see around … already to arrive at work was a company that needed a good dose of energy, strength and even courage.

Your always Michelangelo Buonarroti

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: