La Caduta di Fetonte

La Caduta di Fetonte è uno dei disegni che realizzai per il mio amato Tommaso de’ Cavalieri. Per lui creavo disegni pregevoli affinché li copiasse per imparare a destreggiarsi con carboncino e sanguigna. Questa era la ragione ufficiale ma in realtà era un po’ una velata scusa. Mi piaceva il fatto che potesse avere fra le mani qualcosa di mio così personale come un disegno appositamente ideato per lui.

Sono diversi gli studi che feci prima di considerare conclusa la Caduta di Fetonte. Ogni schizzo lo mostravo al Cavalieri chiedendogli un’opinione in merito. A nessun altro avrei mai permesso di opinare sui miei disegni ma Tommaso era Tommaso.

“Messer Tommaso, se questo schizzo non vi piace ditelo a Urbino acciò che io abbi tempo di averne fatto un altro doman da-ssera come vi promessi e se vi piace e vogliate che io lo finisca rimandatemelo”.

 Non ricordo se poi fu il Cavalieri a chiedermi di cambiare il disegno o fui io alla fine a volergli dare un aspetto assai diverso. Fatto sta che La Caduta di Fetonte definitiva che elaborai per Tommaso aveva un aspetto un po’ diverso dalla precedente.

Nella prima versione conservata oggi al British Museum c’è la rappresentazione di Fetonte, il bellissimo figliolo di Apollo che ottenne dal padre l’autorizzazione per condurre la quadriga del Sole. Dato che era tanto bello quanto incapace, Fetonte condusse i cavalli troppo in alto facendo gelare la terra e poi troppo in basso strinandola. Zeus, che non era certo noto per aver modi gentili, lo fece precipitare nel Po. Sulle sponde del fiume le sorelle Eliadi si disperarono e piansero così tanto fino a diventare dei pioppi.

Se nella prima versione compare un cigno appena abbozzato, nella seconda la presenza del pennuto è lampante. Che c’entra il cigno? Ebbene, nelle Metamorfosi di Ovidio è il figlio di Stenelo, amico ma soprattutto amante di Fetonte. Fu proprio lui a buttarsi nel fiume per cercare il corpo del giovane fatto cadere da Giove e gli dei, impietositi, lo trasformarono appunto in uno splendido cigno.

La Caduta di Fetonte che tanto piacque a Tommaso, è quella che attualmente si trova presso il Castello di Windsor. Le tre sorelle disperate non presentano alcun riferimento alla metamorfosi e il gruppo dei cavalli che precipita è assai più compatto rispetto alle precedenti versioni.

Nel tempo in cui regalavo al Cavalieri questi e molti altri disegni come il Baccanale dei Putti, c’erano intere schiere di nobili e altri prelati che avrebbero pagato in sonante oro zecchino anche un solo tratto mio di carboncino su carta ma per loro non avevo né tempo né voglia di creare.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

Michelangelo,_Fall_of_Phaeton_01La versione definitiva della Caduta di Fetonte

Michelangelo,_caduta_di_fetonteLa prima versione della Caduta di Fetonte per Tommaso che riporta la dicitura che vi ho citato precedentemente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...