Skip to content
Annunci

Tag: Tommaso de’ Cavalieri

Il ritratto di Tommaso de’ Cavalieri

Prigioniero son d’un cavaliere armato…questo è l’incipit di uno dei miei componimenti poetici dedicati al mio amato Tommaso de’ Cavalieri. Prigioniero lo ero davvero di quell’uomo che tormentava i miei […]

S’i’ non t’amo di core

Sì come secco legno in foco ardente arder poss’io, s’i’ non t’amo di core, e l’alma perder, se null’altro sente.     E se d’altra beltà spirto d’amore fuor de’ tu’ occhi […]

Per messer Tommaso

Vi ripropongo una lettera che scrissi da Firenze a Tommaso de’ Cavalieri che si trovava a Roma qualche annetto fa: era il 28 luglio del 1533. Firenze, 28 luglio 1533 […]

Il giovane addormentato

Questo disegno a carboncino nero è uno dei tanti che regalai al mio amato Tommaso de’ Cavalieri. La scusa ufficiale era che desideravo apprendesse a disegnare copiando i miei tratti […]

La Testa Divina

Proprio ieri, una signora che segue da tempo i miei post, mi ha chiesto di raccontare la storia del disegno chiamato Testa Divina e, dato che ancora poco avevo scritto […]

Gli arcieri

Fra i disegni più suggestivi e belli che sopravvissero ai miei roghi c’è sicuramente quello degli Arcieri, attualmente conservato presso la Royal Library del castello di Windsor. E’ un gruppo […]

La Caduta di Fetonte

La Caduta di Fetonte è uno dei disegni che realizzai per il mio amato Tommaso de’ Cavalieri. Per lui creavo disegni pregevoli affinché li copiasse per imparare a destreggiarsi con […]

Il mio Tizio inciso nel cristallo

I disegni che regalai a Tommaso de’ Cavalieri alla fine dei conti non erano disegni come tutti gli altri. Quel giovine m’aveva conquistato e non perdevo occasione per dirglielo in […]

Se ci fossero stati i telefoni

Scartabellando qua e là di primo mattino ho ritrovato sotto a una pila di libri queste poche righe che scrissi a Tommaso il 28 luglio del 1533. Mi trovavo a […]

Addì primo gennaio del 1533

Ecco, oggi che volevo andarmene in giro per la città piove a dirotto. Sì,ci son sempre gli ombrelli ma con quei cosi moderni non c’ho tanta confidenza. Li riporto sempre […]