Vai al contenuto

I miei studi degli affreschi di Masaccio

Quando andavo a bottega dai fratelli Ghirlandaio, avevo l’abitudine di studiare dal vero gli affreschi dei grandi maestri. D’altro canto come si fa a imparare se non osservando e cercando di riprodurre quello che i grandi del passato ci hanno tramandato?

Quelli che vi propongo oggi sono proprio due studi che realizzai in quel periodo, osservando gli affreschi di Masaccio nella Cappella Brancacci e quelli che sempre lui realizzò per una lunetta oggi andata perduta.

Annunci

Il primo disegno riguarda lo studio di San Pietro, eseguito con due diversi inchiostri bruni che al momento appartiene alle collezioni della Graphische Sammlung di Monaco.

Sullo stesso foglio sono presenti anche due studi di braccia, eseguiti con la sanguigna. Il tratteggio che caratterizza la figura e rende bene l’idea del panneggio è assai più intenso di quello che era solito realizzare il Ghirlandaio per i suoi studi.

Annunci

Se confrontate il San Pietro affrescato da Masaccio e il disegno mio alcune differenze ci sono. Nel disegno il protagonista ha una posa che pare più dinamica e la testa non ha le stesse sembianze di quella del Masaccio.

Disegnò molti mesi nel Carmine alle pitture di Masaccio, dove con tanto giuditio quelle opere ritraeva che ne stupivano gli artefici e gli altri uomini, in maniera che gli cresceva l’invidia insieme al nome.

Il Vasari nella seconda edizione delle Vite
Annunci

Il secondo disegno che vi propongo, appartenente all’Albertina di Vienna, è ancora una volta una copia da Masaccio ma non dei suoi lavori della Cappella Brancacci.

Si tratta di un gruppo di persone che il maestro aveva affrescato nella Sagra del Carmine, al di sopra di una lunetta del chiostro dell’omonima chiesa.

Annunci

Questo affresco era stato eseguito da Masaccio poco prima o nello stesso momento della Cappella Brancacci, fra il 1425 e il 1426. Fu però distrutto durante il rifacimento del chiostro nei primi anni del Seicento.

Per tale ragione non è purtroppo possibile confrontare l’originale del Masaccio con i miei studi.

Annunci

Entrambi gli studi che vi ho proposto li realizzai nel periodo compreso fra il 1488 e il 1490.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Il libro Lui, il David lo trovate anche QUA, se preferite lo potete acquistare anche su Amazon QUI.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • La Madonna del Latte del Rossellino che nessuno guarda…o quasi

    🇮🇹Proprio davanti alla mia tomba monumentale, nella Basilica di Santa Croce, c’è un’opera straordinaria di Antonio Rosellino che in pochi ahimè degnano d’uno sguardo: è la Madonna del Latte. Do you know who it was carved for? 🇬🇧Right in front of my monumental tomb, in the Basilica of Santa Croce, there is an extraordinary work by Antonio Rosellino which, alas, few deserve a glance: it is the Madonna del Latte. Do you know who it was carved for?

  • Christie’s: battuto all’asta per 23milioni di Euro il mio disegno giovanile

    🇮🇹Oggi pomeriggio è stato battuto all’asta da Christie’s a Parigi il mio disegno giovanile inedito che realizzai probabilmente quando me ne andavo spesso a studiare dal vero i superbi affreschi di Masaccio e Masolino nella Cappella Brancacci. 🇬🇧This afternoon, my unpublished early drawing was auctioned at Christie’s in Paris, which I probably created when I often went to study the superb frescoes by Masaccio and Masolino in the Brancacci Chapel from life.

  • Premio Friends of Florence 2022: assegnato a Nathalie Ravanel per restaurare 119 dipinti

    🇮🇹La VI edizione del prestigioso Premio Friends of Florence è stato assegnata oggi a Nathalie Ravanel per il restauro della collezione di 119 dipinti su pith paper del Museo Stibbert di Firenze. 🇬🇧The VI edition of the prestigious Friends of Florence Prize was awarded today to Nathalie Ravanel for the restoration of the collection of 119 paintings on pith paper of the Stibbert Museum in Florence.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: