Vai al contenuto

La riverenza che aveva l’Ammannati nei miei confronti

L’Ammannati nei mie confronti aveva una vera e propria ammirazione. Mi considerava suo maestro e forse di più tanto da appellarmi in una lettera Sua Maestà.

Quando me ne partii per Roma in via definitiva, fra gli altri lavori che lasciai non conclusi a Firenze c’era la Biblioteca Medicea Laurenziana. Cosimo I provò a suo modo a farmi tornare per dar prestigio più che altro alla casata sua ma non ebbe successo.

Annunci

Affidò così la realizzazione dello scalone monumentale che porta alla sala di lettura all’Ammannati che avrebbe dovuto seguire rigorosamente il mio disegno. Non fu cosa facile avere il mio progetto ma alla fine mi misi al lavoro per realizzare il modello della scala e lo feci portare a Firenze.

L’Ammannati si stupì di questa accortezza: gli sarebbero bastati i disegni per realizzare lo scalone. Quello che avevo in mente io era in legno di noce però Cosimo I volle che l’ammannati lo realizzasse in pietra serena, considerandola un materiale molto più durevole.

Annunci

Lo scalone tripartito pare quasi un’anticipazione del Barocco: quelle forme rotondeggianti da lì a poco avrebbero conquistato palazzi e chiese.

A seguire vi riporto la lettera integrale che mi scrisse l’Ammannati quando venne a sapere che gli avrei inviato il modello per lo scalone monumentale della Laurenziana.

Firenze, 23 dicembre del 1558

Molto magnifico messer Michelagnolo signor mio osservandissimo, da messer Leonardo, nipote di Vostra Signoria, mi è stato letto una partita d’una sua lettera, la quale mi ha recato tanto piacere e contento che più non ne saprei chiedere né desiderare; e ringrazio la bontà d’Iddio, ch’oltra gli altri benefizi ch’io ricevo ogni giorno dalla Sua Maestà, mi fa essere degno della grazia vostra, la quale io tanto estimo e bramo.

Onde non cessarò mai di ringraziarLo et appresso pregarLo che così mi mantenga, mentre ch’io vivo.Ho scritto a mio suocero messer Giovanantonio Battiferro, che venga per il modello che Vostra Signoria dice volermi mandare, che è molto più ch’io non le chiedeva, non essendo mai stato tanto ardito di aggravarla tanto; e perciò tanto maggiormente ne la ringrazio e ne l’harrò obligo sempiterno, pregando Dio che felicemente in sua grazia la conservi; e con ogni humiltà gli bascio le mani e me gli raccomando.Da Fiorenza, alli 23 di dicembre del 58.Vostro amorevolissimo servitore Bartolomeo Ammannati.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

Ultime dal blog

Annunci

25 settembre 1595: a Ponte Vecchio arrivano gli orafi

Ponte Vecchio è noto e apprezzato in tutto il mondo per il suo inconfondibile aspetto con gli edifici costruiti sopra le tre arcate ma anche perché proprio lì sopra, da secoli, sono presenti le più prestigiose e antiche botteghe orafe della città.

Il Perseo del Cellini

Da secoli il Perseo del Cellini se ne sta lì davanti alla Loggia dei Lanzi mostrando nella mano sinistra la testa appena mozzata di Medusa e nell’altra la spada sguainata. Con i piedi sopra il suo corpo oramai esanime, mostra a tutti come ha vinto grazie allo scudo che gli donò Atena, l’unica mortale delle tre Gorgoni.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: