Vai al contenuto

Il cartone originale di San Paolo a Napoli

Di cartoni miei ne sono arrivati pochissimi fino ai vostri giorni. Provate a immaginare quanti ne realizzai solo per la volta della Sistina, il Giudizio Universale o per al Battaglia di Cascina: un numero grandissimo ma sono stati fagocitati dal corso del tempo e qualcuno è possibile che sia finito nei roghi appiccati in vecchiaia.

Ne esiste però uno particolarmente bello e abbastanza ben conservato che si trova al Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli. Si tratta di uno dei cartoni realizzati per la Conversione di Saulo che pensai e realizzai per papa Paolo III Farnese.

Pensate che il 13 ottobre del 1549 il papa stesso s’arrampicò sui ponteggi per vedere da vicino gli affreschi che stavo realizzando nella Cappella Paolina. L’ambasciatore fiorentino del duca Cosimo I, Serristori, annotò quella cosa curiosa così: “Sua Santità si trova si gagliardo, che questa mattina montò una scala a piuli per vedere le pitture che faceva il Buonarroti nella Cappella”. Insomma, adito e vitale il papa quanto lo ero io e posso dire pure che eravamo amici.

Nel cartone sopravvissuto al tempo, i tre armigeri di spalle occupano per intero la scena. Il cartone non è un foglio unico ma è formato da un insieme di diciannove fogli di carta reale bolognese incollati sopra una tela. Questo tipo di fogli li conoscevo bene e già li avevo adoperati per realizzare il cartone della Battaglia di Cascina

Infatti il cartone, per essere trasposto in questo caso con la tecnica dello spolvero, oltre ad essere bucherellato, veniva tagliato letteralmente a pezzi. Chi riuscì ad ottenere i vari pezzi che adoperai per lo spolvero, ebbe cura di rincollarli gli uni agli altri e di metterli su tela.

Sapete, questo cartone già veniva annoverato nella collezione di Fulvio Orsini che poi portò a Capodimonte. “Quadro grande incorniciato di noce, nel quale è un pezzo della storia di San Pietro della Cappella Paolina di mano di Michelangelo”. Nell’inventario come vedete ci fu un errore perché appartiene all’affresco di San Paolo ma è un dettaglio.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e le sue storie

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: