La testa da studio

Piove come Dio la manda, non si può metter fuori il naso che dopo due passi s’infradiciano le scarpe, con o senza ombrello: poco cambia quando le strade paion de’ fiumi.

Che fare allora? Mi metto a riguadare certe carte mie e cerca cerca mi son ritrovato fra le mani questo disegno qui. E’ una testa che disegnai a scopo didattico per i ragazzi che seguivano le mie impronte e volevano apprendere a tenere la matita in mano. Per imparare a disegnare il talento non basta di certo, come qualcuno erroneamente sostiene, aiuta ma ci vuol tanto esercizio, dedizione e passione tanta.

Si tratta di una testa femminile con un’acconciatura particolarmente articolata. In pratica, guardando bene bene il foglio a distanza ravvicinata, si può notare che il tratto sotto a sanguigna è stato ripassato sopra.

Questo foglio qua, che comprende anche la presenza di una gamba disegnata da me e da una testa di bambino certamente non mio, si trova a Francoforte, nelle collezioni dello Stadelsches Kunstinstitution.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti nelle sue giornate di diluvio

IMG_20170102_125937.jpg

 

Advertisements

2 thoughts on “La testa da studio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...