Dannazione eterna

La discesa dei dannati è inesorabile. Nonostante il loro contorcersi e il loro lottare senza posa per salire al cielo, continuano a precipitare. I demoni li trascinano via senza pietà e qualche anima persa oramai si rende conto del suo destino e si dispera.

Mentre gli angeli dell’Apocalisse suonano le loro trombe c’è chi sale verso la gloria e chi scende fino agli inferi.

I dannati che cercano di raggiungere la salvezza vengono tirati violentemente verso il basso per la parte del corpo con la quale si macchiarono di uno dei sette vizi capitali.

Guardate il dannato a testa in giù dal quale pendono un paio di chiavi e un sacchetto di danari. E se fosse la raffigurazione del Papa più devoto al danaro che a Dio Niccolo III? Anche Dante l’aveva condannato alla dannazione eterna nella sua pregevolissima Divina Commedia.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

5cf322bebbb3c29f0b0fe205a3cc56bf

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...