Vai al contenuto
Annunci

Foglie di fico e scandali di corte

Ieri l’interessante pagina Facebook Firenze poco conosciuta m’ha chiesto se sapessi la data di collocazione dell’oscena foglia di fico sul gingillo del mio maestoso David. Beh, la memoria non è più quella di un tempo e i documenti a mia disposizione non m’aiutano nel ricordarmi giorni, mesi e anni. Fatto sta che la prima volta che il mio David venne immortalato da una macchina fotografica presentava quel foglione brutto ed era il 1851. Che l’abbiano messa dopo i disastrosi esiti del Concilio di Trento?

Ora che mi riprendo un attimo dal sonno pomeridiano, quella foglia venne menzionata anche da quell’opportunista dell’Aretino. Nel 1545, un anno dopo l’avvio del famigerato Concilio di Trento, mi scrisse una lettera a dir poco oscena. Era arrabbiato con me perché non volevo fargli dono di un qualsiasi disegno e criticò aspramente i miei nudi della Cappella Sistina senza nemmeno averli visti una sola volta con i suoi occhi. Nella medesima carta mi consiglia di essere più pudico alla stregua dei fiorentini che già allora avevano provveduto a coprire le “impudicizie” del mio David con una foglia dorata.

Povere menti quelle che vedono scandalo in un innocuo corpo nudo, bellissimo e perfetto in ogni suo dettaglio!

Voglio raccontarvi una cosa ganza legata al David e alla foglia di fico che riguarda la copia che si trova al Victoria and Albert Museum di Londra.

Il Granduca di Toscana Leopoldo II d’Asburgo-Lorena regalò alla Regina Vittoria una copia in gesso del mio David nel 1857. L’opera venne collocata all’interno della galleria che al tempo si chiamava South Kesington Museum. Appena la regina la vide rimase scioccata dalla nudità di quel colosso di gesso e ordinò di far qualcosa per coprire le sue parti a suo avviso meno nobili.

Gli  ordini vennero eseguiti e venne realizzata un’imponente foglia di fico in gesso alta quasi mezzo metro. L’autore di questa ridicola fogliona fu Domenico Brucciani, uno scultore originario di Lucca e insegnante di modellato al Royal College of Art.

La cosa divertente è che la foglia non veniva sempre sfoggiata ma per mezzo di ganci metallici sapientemente collocati fra i peli dell pube dell’eroe biblico, poteva essere messa o rimossa.

In particolare la foglia veniva issata solo durante le visite della famiglia reale alla Galleria o comunque di personaggi aristocratici di spicco.

Dopo che la foglia di fico fu finalmente dismessa, fu conservata a futura memoria nei depositi del museo. Solo da poco è stata esposta in maniera permanente in una teca alle spalle della copia del David.

Per adesso il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta sperando che nessuno possa vedere in un’opera del genere alcunché di scandaloso. La malizia sta tutta negli occhi di chi guarda.

2010EE4343_davids_fig_leaf

Fig leaves and court scandals

Yesterday the interesting little-known Florence Facebook page asked me if I knew the date of placement of the obscure fig leaf on the trinket of my majestic David. Well, memory is no longer what it used to be and the documents available to me do not help me remember days, months and years. The fact is that the first time my David was immortalized by a camera he presented that ugly foglione and it was 1851. Did they put it after the disastrous results of the Council of Trent?

Now that I recover a moment from my afternoon sleep, that leaf was also mentioned by the Aretino. In 1545, a year after the start of the infamous Council of Trent, he wrote me a letter to say the least obscene. He was angry with me because I did not want to give him any design and criticized my nudes in the Sistine Chapel harshly without even having seen them once with his eyes. In the same paper he advises me to be more modest in the same way as the Florentines who had already taken care of covering the “shamelessness” of my David with a golden leaf.

Poor minds those who see scandal in a harmless naked body, beautiful and perfect in every detail!

I want to tell you something about David and the fig leaf that is related to the copy that is found at the Victoria and Albert Museum in London.

The Grand Duke of Tuscany Leopold II of Habsburg-Lorraine gave Queen Victoria a plaster copy of my David in 1857. The work was placed inside the gallery that at the time was called South Kesington Museum. As soon as the queen saw her, she was shocked by the nakedness of that plaster colossus and ordered her to do something to cover her less noble parts.

The orders were executed and an imposing plaster leaf almost half a meter high was made. The author of this ridiculous fogliona was Domenico Brucciani, a sculptor originally from Lucca and teacher of modeling at the Royal College of Art.

The funny thing is that the leaf was not always raised but by means of metal hooks skillfully placed between the pubic hair of the biblical hero, it could be put on or removed.

In particular, the leaf was hoisted only during visits of the royal family to the Gallery or in any case of prominent aristocratic figures.

After the fig leaf was finally abandoned, it was kept for future reference in the museum’s deposits. It has only recently been exhibited permanently in a display case behind the copy of the David.

For now your Michelangelo Buonarroti greets you hoping that no one can see anything scandalous in a work of this kind. The malice is all in the eyes of the beholder.

213

Annunci

2 Comments »

  1. Voglio dirvi col Buonarroti
    :Caro m’e’ ‘l sonno e piu’ l’esser di sasso \finche’ ‘l danno e la vergogna dura
    Non parlar non sentir m’e’ gran ventura
    Deh, non mi svegliar ma parla basso.
    Ecco per ogni braghettone,credo così avrebbe detto Michelagnolo!

    "Mi piace"

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: