La Sistina è la casa di tutti

Certo che Papa Francesco è proprio ganzo, uno di quelli che non ha paura di sporcarsi le mani e mescolarsi fra la gente normale, fra quella che ogni giorno deve rimboccarsi le maniche per mettere un pezzo di pane sotto i denti.

Ai tempi della guerra fredda avrebbe fatto tremare qualcuno: un Papa troppo amorevole avrebbe potuto sembrare un pericolosissimo sovversivo.

Ieri con grande non chalance ha aperto le porte dei Musei vaticani ai 150 clochard che vivono nella zona del vaticano. A portare gli inviti era stato monsignor Konrad Krajewski, l’elemosinere del Papa. Le porte dei prestigiosi musei si sono chiuse per i visitatori abituali alle 17 per consentire agli invitati di godersi in tutta tranquillità l’intero complesso.

Ciliegina sulla torta il Papa ha fatto il suo ingresso a sorpresa nella Cappella Sistina per salutare uno a uno gli ospiti mentre sbalorditi guardavano i miei affreschi con gli occhi rivolti al soffitto a botte.

E’ stata un’iniziativa a dir poco lodevole. Probabilmente nessuno di questi ospiti non avrebbe mai avuto l’opportunità di vedere con i propri occhi nessuna delle opere contenute nei Musei Vaticani. Il biglietto per entrare costa troppo per le loro tasche.

Alla fine a tutti è stato offerto un pasto all’interno del punto di ristoro dei Musei e i loro occhi sfavillanti dicevano raccontavano mille storie diverse. Chi sostiene che con l’arte non si mangi s’è dimenticato un piccolo dettaglio. l’arte salva sempre.

Il vostro Michelangelo Buonarroti, contento come una Pasqua anche prima della domenica delle Palme.

5568318048

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...