Skip to content
Annunci

Il prigione Atlante

L’Atlante: eccolo lì assieme agli altri prigioni nel corridoio che porta alla Tribuna del David, nella Galleria dell’Accademia di Firenze. Sembra che faccia uno sforzo tremendo nel sorreggere quell’immenso blocco che ancora gli nasconde il capo e si contorce come una serpe. Che si voglia liberare da quel marmo che lo trattiene da secoli?

Una gamba è dritta come un fuso mentre l’altra si presenta flessa. Non ho mai amato le pose statiche, immobili, quelle senza la poesia del movimento insomma.

Se avessi avuto un po’ più di tempo l’avrei conclusa come si deve ma chissà, forse avrebbe perso parte del suo fascino acquistando però in bellezza.

A quest’opera ci lavorai davvero poco. Guardatela da vicino e nella parte superiore il blocco troverete ancora i tre cerchi ad indicare che il blocco stava per me, la L del nome Leone, quello a capo della Cava di Fantiscritti di Carrara al momento dell’estrazione. Ah ci sono anche una navicella stilizzata e un tridente.

Il vostro Michelangelo Buonarroti dinnanzi al suo Atlante.

prisoner-atlas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: