Vai al contenuto

La Pianta della Catena

Questa che vedete è la veduta a volo di uccello della pianta della Catena della città di Firenze.

Fu Francesco di Lorenzo Rosselli a realizzare la cartina fra il 1471-1482 circa ed è il primo esemplare noto in tutta la storia della cartografia che raffiguri un’intera città in modo così dettagliato e preciso, con tutti i palazzi, case, strade e vicoli.

Annunci

Da cosa deriva il nome della Catena?

Ebbene, la piantina è incorniciata proprio da una catena dipinta con tanto di lucchetto. Guardate in basso a destra: si vede l’artista che s’è autoritratto di spalle mentre sta disegnando le mura di Firenze.

In realtà l’originale attribuito a Francesco Rosselli s’è perduto nel corso del tempo: fino a voi ne è arrivato solo un frammento che raffigura la campagna in direzione di Fiesole e si trova presso la Società Colombaria di Firenze.

Annunci

Datare la cartina è relativamente semplice. Basta osservarla bene avendo qualche nozione dei tempi di costruzione dei vari edifici presenti.

Già si vede la facciata di Santa Maria Novella e la palla posizionata al di sopra della Cupola del Brunelleschi e quindi è stata realizzata dopo il 1472 ma prima del 1482, visto che ancora manca la cupola della chiesa di Santo Spirito.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

The Plan of the Chain

This you see is the bird’s eye view of the plan of the chain of the city of Florence.

It was Francesco di Lorenzo Rosselli who made the map between about 1471-1482 and it is the first known example in the entire history of cartography that depicts an entire city in such a detailed and precise way, with all the buildings, houses, streets and alleys .

Where does the name of the chain come from?

Well, the map is framed by a painted chain complete with a padlock. Look at the bottom right: you can see the artist who has a self-portrait from behind while he is drawing the walls of Florence.

In reality, the original attributed to Francesco Rosselli has been lost over time: only a fragment of it has survived, depicting the countryside towards Fiesole and is located at the Colombian Society of Florence.

Map dating is relatively simple. Just look at it carefully having some notion of the construction times of the various buildings present.

You can already see the facade of Santa Maria Novella and the ball positioned above Brunelleschi’s Dome and therefore it was built after 1472 but before 1482, since the dome of the church of Santo Spirito is still missing.

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Incontrare Vasari a Palazzo Vecchio

Conoscere la storia dell’arte e i personaggi del passato in modo diverso è possibile. Dopo il periodo di sospensione di due anni tornano a Palazzo Vecchio le esperienze che consentono di vivere appieno il passato…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: