Vai al contenuto
Annunci

In San Pietro in compagnia di Paolucci: VIDEO

La cupola di San Pietro è un po’ il simbolo di Roma ma anche di tutta la cristianità. Quel progetto, fortemente ispirato da quello fiorentino del Brunelleschi, mi tenne parecchio occupato negli ultimi anni della vita. Quando morii però l’edificazione della cupola era arrivata solamente al tamburo. Dopo una una quarantina d’anni e con una modifica del progetto originario a opera di Giacomo della Porta, la cupola finalmente fu terminata.

Era il 1493 quando la cupola esterna fu completamente ricoperta con lastre di piombo e poco dopo, sempre sotto il pontificato di papa Clemente VIII, la lanterna venne impreziosita con la sfera di bronzo dorato sormontata dalla croce: un’opera di Sebastiano Torrigiani.

La basilica di San Pietro ancora era molto diversa da com’è oggi. Sicuramente più spoglia ma anche incompleta in molte parti. Avrebbe dovuto accogliere ancora fra le sue braccia tanti altri artisti come il Bernini e il Borromini.

Quasi un secolo dopo, la basilica di San Pietro ebbe una piazza degna di questo nome con quell’ordinata foresta di colonne in travertino. 287 colonne alte 15 metri: 40mila metri cubi di travertino arrivati dalle cave presenti nella zona dei Castelli. Provate a immaginarmi quanti uomini furono impiegati per la realizzazione del colonnato: sia per estrarre il materiale che per sbozzarlo, portarlo in piazza San Pietro e poi collocarlo nella sede opportuna. Un gran via vai quotidiano di persone durato circa una ventina d’anni.

Scoprite assieme a Paolucci le opere più preziose presenti all’interno della basilica di San Pietro in questa puntata di Artedì condotta da Giovanni Floris. Vi aspettano più di due ettari quadrati i marmi preziosi, sculture, mosaici, stucchi dorati e molto altro ancora… buona visione dal vostro Michelangelo Buonarroti

In San Pietro with Paolucci: VIDEO

The dome of San Pietro is a bit the symbol of Rome but also of all Christianity. That project, strongly inspired by the Florentine one of Brunelleschi, kept me busy for the last years of my life. When I died, however, the construction of the dome had only reached the drum. After about forty years and with a modification of the original project by Giacomo della Porta, the dome was finally finished.

It was 1493 when the outer dome was completely covered with lead plates and shortly thereafter, still under the papacy of Pope Clement VIII, the lantern was embellished with the gilded bronze sphere surmounted by the cross: a work by Sebastiano Torrigiani.

The basilica of San Pietro still was very different from what it is today. Certainly more bare but also incomplete in many parts. He should have welcomed many other artists such as Bernini and Borromini in his arms.

Almost a century later, the basilica of San Pietro had a square worthy of the name with that ordered forest of travertine columns. 287 columns 15 meters high: 40 thousand cubic meters of travertine arrived from the quarries in the Castelli area. Try to imagine how many men were employed for the construction of the colonnade: both to extract the material and to rough it, take it to Piazza San Pietro and then place it in the right place. A large number of people have been around for about twenty years.

Discover with Paolucci the most precious works present in the Basilica of San Pietro in this episode of Artedì led by Giovanni Floris. More than two square hectares await you, precious marbles, sculptures, mosaics, gilded stuccoes and much more … enjoy your Michelangelo Buonarroti

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: