Vai al contenuto
Annunci

Il Vari che voleva il suo Cristo Risorto

Erano già passati tre anni e sette mesi da quando Metello Vari m’aveva commissionato il Cristo Portacroce da sistemare nella chiesa di Santa Maria sopra Minerva ma ancora non avevo potuto onorare il mio impegno. Il pazientissimo Vari però cominciava a perdere un po’ le speranze e si stava spazientendo. 

Fra una commissione e l’altra cercavo di lavorare all’opera sua ma gli inconvenienti erano sempre dietro l’angolo. Come poter spiegare a chi attende ansioso ciò che ha richiesto che avrei avuto bisogno di quarant’ore al giorno per riuscire a far tutto? 

Così il 13 dicembre del 1517 prese carta e penna e mi scrisse di nuovo per sollecitarmi un poco. Voleva il suo Cristo Risorto e aveva pure ragione. Leggete qua: 

Michelangelo, salutem et cet. Questa è per advisarve como io ve feci intendere per via de Siena, già molti dì sonno, che, attento la inportantia delle cose mee sopra al facto della cappella della Minerva, volessete expedire, che già ne era tempo et più che tempo; del che non ho havuto resposta alcuna. Ultimamente havete mandato per denari; ve lli ho facto dare per non mancare al debito mio, et sempre son stati a vostra petitione dal primo die, et nientedimeno delle cose mee io non intendo cosa alcuna.

Me forria parso fussi honesto, già tre anni et sette mesi, me fecessino intendere almanco per un verso se volete aspecti più per un Cristo nudo. El che non havendo voi scripto, stimai fossi perché, essendo facta l’opera, non bisognassi altre lettere. Per tanto ho expectato dicta opera die per die, et non venendo, per lo interesse grande che me inporta supra la heredità, como voi sapete, ve ho rescripto la presente, pregandove strectamente per le prime me fate intendere quando verrà dicta opera, perché me nporta como ve ho scripto. Non altro.

Christo ve aguardi da male.Romae, a dì 13 Decembris 1517Al tuo piacere Metello Vari romano.Spectabili viro magistro Michaeli Angelo Buonaroti florentino sculptori dignissmo, suo tamquam fratri. Florentiae.

La prima versione del Cristo Portacroce
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: