Vai al contenuto

La piccola libreria dei volumi preziosi

Il progetto che avevo in mente per la realizzazione della Biblioteca Medicea Laurenziana non venne eseguito proprio esattamente così come l’avevo pensato io. Sapete che manca una parte? Per conservare i volumi più preziosi e rari avevo infatti ideato un luogo apposito, studiandolo nei minimi dettagli.

Avrebbe dovuto essere una sorta di “libreria secreta per tener certi libri più pretiosi degli altri” come scrissi in una lettera. Questo ambiente avrebbe dovuto essere posizionato all’estremità della Sala di Lettura, proprio in contrapposizione alla porta d’ingresso principale. La progettazione di questo locale riservato mi venne chiesta da papa Clemente VII il 12 aprile del 1525. Per la Biblioteca Medicea Laurenziana in precedenza avevo ideato una Cappella ma il papa preferì che al posto di quella mettessi una saletta nella quale conservare solo i volumi più preziosi.

Lo spazio disponibile per sviluppare la mia idea era molto contenuto anche perché verso sud non c’era possibilità d’espansione: c’era il muro della casa di Ilarione Martelli: mica potevo entrare nel salotto di casa sua sfondando la parete per far spazio ai tomi.

Questo progetto purtroppo venne accantonato e la piccola libreria segreta all’interno della Laurenziana mai vide la luce.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che vi lascia con in progetto della stanza quasi segreta conservato presso Casa Buonarroti, a Firenze

80a.jpg

The small library of precious volumes

The project I had in mind for the realization of the Laurentian Library was not carried out exactly as I had thought of it. Do you know that part is missing? To preserve the most precious and rare volumes I had in fact designed a special place, studying it down to the smallest detail.

It should have been a sort of “secret library to keep certain books more valuable than others” as I wrote in a letter. This environment should have been positioned at the end of the Reading Room, just as opposed to the main entrance door. The design of this reserved room was asked of me by Pope Clement VII on 12 April 1525. For the Laurentian Library I had previously created a chapel but the Pope preferred that instead of that I put a small room in which to preserve only the most precious volumes .

The space available to develop my idea was very limited also because there was no possibility of expansion to the south: there was the wall of Ilarione Martelli’s house: I could not enter the living room of his house by breaking the wall to make room for the tomes.

Unfortunately this project was shelved and the small secret bookshop inside the Laurentian never saw the light.

Your always Michelangelo Buonarroti who leaves you with a project of the almost secret room kept at Casa Buonarroti, in Florence

3 Comments »

  1. Molto interessante. Ho cercato le mappe della biblioteca laurenziana, ma non riesco ad immaginare dove si sarebbe potuta costruire questa biblioteca triangolare, forse a ovest dell’attuale biblioteca? Dalle mappe sembra che lì ci fosse un muro in diagonale.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Michelangelo Buonarroti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: