Vai al contenuto
Annunci

Vecchie ruggini fra me e i cavatori del Polvaccio, Carrara

Ecco a voi una lettera che scrissi al mi’ babbo il 31 Agosto del 1516. Ero reduce dalla brutta esperienza fatta alle cave dell’Altissimo, sopra Seravezza e a Carrara oramai non ero più guardato tanto di buon occhio. Pareva fosse stata mia la colpa di essere stato inchiodato da Papa Leone X a quelle cave!

Il clima che respiravo e gli sguardi che mi sentivo addosso non era certo lusinghieri ma i marmi di Carrara mi servivano eccome. Fatto sta che il 18 novembre del 1516, Bartolommeo di Giampaolo da Torno, detto Mancino, mi vendette 3 blocchi di marmo estratti dalla cava del Polvaccio. Erano stati trovati nella sua cava, bianchissimi e belli da guardare anche così, allo stato grezzo. Il pezzo più grande era lungo cinque braccia mentre gli altri due erano di circa quattro carrate l’uno. Pagai al Mancino 12 ducati per i pezzi ricavati più altri venti d’oro affinché si mettesse a scavare per estrarre un blocco che avevo intravisto sempre nella sua cava.

 

Carrara, 31 Agosto 1516

Carissimo padre,

a questi dì ò avuto per un fratello del Zara una lectera di Gismondo, per la quale intendo chome siate tucti sani, salvo che Buonarroto che à pure el suO male della ganba.  

N’ò avuto passione, perché dubito chon tante medicine non se la guasti e chome io dissi a llui, io non f]arei altro che tenerla chalda e riguardarsi e lasciar fare alla natura.

Delle chose mia di qua per anchora non ò facto niente. Ò messo a chavare in molti luog[h]i e spero, se sta buon tempo, infra dua mesi avere a ordine tucti e’ mia marmi.

Dipoi piglierò partito di lavorargli o qua o a Pisa, o io me n’anderò a rRoma. Qua sarei stato volentieri a llavorargli, ma mi c’è stato facto qualche dispiacere; i’ modo che io ci sto con sospecto. Non altro.

Actendete a stare im pace, ché io ò speranza che le cose anderanno bene. Una lectera che sarà in questa vi prego la suggiellate e fatela dare a Stefano sellaio che la mandi a rRoma.Vostro Michelagniolo in Carrara.

A Lodovicho di Buonarroto Simoni in Firenze.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

dudovich-marcello-tomb-of-giulio-ii-moses

Annunci

1 commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: