Vai al contenuto

Le Opere del Natale: l’Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano

L’Opera del Natale che vi propongo oggi è la splendida Adorazione dei Magi dipinta a tempera su tavola da Gentile da Fabriano. E’ uno splendido esempio di gotico fiammeggiante, magistralmente interpretato da questo sublime artista.

L’opera fu realizzata attorno al 1423 e denota il gusto elegante e fiabesco delle corti di allora. La cornice in gran parte è ancora originale ed è il perfetto completamento di questo capolavoro.

Annunci

L’Adorazione dei Magi fu commissionata da Palla Strozzi che in quel periodo storico era l’uomo più ricco di tutta Firenze per la nuova cappella di Santa Trinita che il Ghiberti ancora stava realizzando.

Durante il periodo napoleonico l’opera fu traslata in un deposito e qualche anno dopo entrò a far parte della collezione delle Gallerie degli Uffizi.

Annunci

Gentile da Fabriano raffigura i Re Magi che arrivano dinnanzi al Bambino seguendo la stella cometa. Una volta raggiunta la capanna, si prostrano ai piedi del Salvatore tenuto in braccio dalla Madre e gli offrono doni preziosi.

E’ evidente il contrasto fra il Bambino nudo cha ha sulle gambe un sottilissimo drappo trasparente e i ricchi abiti di chi lo circonda. Mentre la Madre e san Giuseppe sono avvolti in un manto privo di orpelli, i partecipanti al corteo dei Magi hanno vesti sontuose, impreziosite da raffinati dettagli in oro.

Il corteo multietnico è vivacizzato dalla presenza di animali esotici, per far comprendere allo spettatore la loro provenienza dal lontano Oriente.

Annunci

Alle spalle della scena principale, come fosse una narrazione continua a episodi, Gentile dipinse sulla sinistra i Magi che avvistano la stella cometa, poi il corteo che si ferma presso il palazzo del Re Erode e successivamente, sulla sinistra, l’artista dipinge il loro rientro a casa.

Il dipinto riporta la firma dell’artista e la data 1423. E’ sorprendente la padronanza che aveva Gentile da Fabriano con l’impiego di foglia metallica lavorata a sbalzo per dare tridimensinalità agli oggetti quali l’elsa della spada e gli speroni del cavaliere.

La Rosa che osserva l’Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano
Annunci

Sapete, per secoli si pensava che Gentile da Fabriano avesse dato le proprie sembianze all’individuo con il copricapo rosso immediatamente dietro uno dei Re Magi che guarda direttamente chi osserva il dipinto.

La sua giovane età però non era compatibile con quella di allora dell’artista e ultimamente si è pensato potesse essere il figliolo del committente, Alessandro Strozzi mentre l’uomo vicino con il falco sul polso, potrebbe essere il padre Palla Strozzi.

Annunci

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

The Works of Christmas: the Adoration of the Magi by Gentile da Fabriano

The Opera of Christmas that I propose to you today is the splendid Adoration of the Magi painted in tempera on wood by Gentile da Fabriano. It is a splendid example of flamboyant Gothic, masterfully interpreted by this sublime artist.

The work was created around 1423 and denotes the elegant and fairy-tale taste of the courts of the time. The frame is largely still original and is the perfect completion of this masterpiece.

The Adoration of the Magi was commissioned by Palla Strozzi who in that historical period was the richest man in all of Florence for the new chapel of Santa Trinita that Ghiberti was still building.

During the Napoleonic period the work was moved to a deposit and a few years later it became part of the collection of the Uffizi Galleries.

Gentile da Fabriano depicts the Magi who arrive before the Child following the comet star. Once they reach the hut, they prostrate themselves at the feet of the Savior held in the arms of the Mother and offer him precious gifts.

The contrast between the naked Child who has a very thin transparent drape on his legs and the rich clothes of those around him is evident. While the Mother and St. Joseph are wrapped in a cloak without frills, the participants in the procession of the Magi have sumptuous clothes embellished with refined gold details.

The multi-ethnic procession is enlivened by the presence of exotic animals, to make the viewer understand their origin from the Far East.

Behind the main scene we see the procession, as if it were a continuous narration in episodes, we see on the left the Magi who sight the comet star, then the procession which stops at the palace of King Herod and subsequently, on the left, the artist paints their return home.

The painting bears the artist’s signature and the date 1423. The mastery Gentile da Fabriano had with the use of embossed metal leaf to give three-dimensionality to objects such as the hilt of the sword and the spurs of the knight is surprising.

You know, for centuries Gentile da Fabriano was thought to have given his likeness to the individual in the red headdress immediately behind one of the Magi who looks directly at the viewer of the painting. However, his young age was not compatible with that of the artist at the time and lately it has been thought that he could be the son of the client, Alessandro Strozzi, while the nearby man with the falcon on his wrist could be the father Palla Strozzi.

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by making an appointment for the next posts and on social media.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • La Scultura del giorno: Cleopatra di Alfonso Balzico

    La Scultura del giorno: Cleopatra di Alfonso Balzico

    🇮🇹La scultura del giorno che vi propongo oggi è la Cleopatra scolpita nel marmo di Carrara da Alfonso Balzico nel 1874: un’opera raffinatissima a cui lo stesso artista era molto affezionato… 🇬🇧The sculpture of the day that I propose to you today is the Cleopatra sculpted in Carrara marble by Alfonso Balzico in 1874: a very refined work to which the artist himself was very fond…

  • Le scarpe della Madonna di Bruges

    Le scarpe della Madonna di Bruges

    🇮🇹Al di sotto delle pieghe dell’abito scolpito nel marmo di Carrara, si intravedono le scarpe che indossa la Madonna di Bruges: delle pianelle che al tempo avevano solo le persone appartenenti a una classe sociale agiata… 🇬🇧Under the folds of the dress carved in Carrara marble, you can glimpse the shoes worn by the Madonna of Bruges: slippers that at the time only people belonging to a wealthy social class had…

  • Piero Adriatico: l’opera in due volumi che racconta Piero della Francesca e il suo tempo

    Piero Adriatico: l’opera in due volumi che racconta Piero della Francesca e il suo tempo

    Piero della Francesca ha vissuto e operato in un periodo in cui si susseguirono eventi che hanno segnato significativamente la storia dell’Italia e dell’Europa intera…

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: