Skip to content
Annunci

Rotta per l’Inferno

Caronte brandendo il suo remo butta giù dalla barca alata i dannati. Nel suo compito è aiutato da poco pietosi demoni che con bastoni uncinati portano verso gli inferi chi mai vedrà la salvezza. Un diavolo un po’ più intemperante degli altri, azzanna il polpaccio d’un dannato per portarselo poi via con se.

Negli inferi non c’è ombra di pietà. Spetterà poi a Minosse, raffigurato all’estrema destra del Giudizio Universale, indicare in quale girone dovranno finire. Oservando bene questo gruppo è facile intuire quanto avessi a cuore gli scritti di Dante. Certo, ci fu pure chi mi accusò di essere stato più fedele alla Divina Commedia che alle Sacre Scritture ma non furono pochi quelli che invece apprezzarono la mia scelta tessendone le lodi ai quattro venti. Ma d’altro canto è cosa nota: mica si può far contenti tutti e per quanto uno s’impegni a far bene, ci sarà sempre chi punterà il dito. Ma chi se ne importa.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti quotidiani.

Per me si va ne la città dolente,

per me si va ne l’etterno dolore,

per me si va tra la perduta gente

Così scrisse Dante nel canto terzo dell’Inferno.

last_judgment_rt_bot.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: