Anche a Firenze si può vedere gratis qualcosa d’interessante

Eccomi di nuovo qua a passeggiare per le vie di Firenze. Oggi c’è un’arietta ghiaccia e umida che congela anche le ossa. Mi son coperto perbene e ho chiesto pure in prestito un giaccone pesante a Galileo. E’ tutto toppe però scalda lo stesso un po’ di più della mia logora palandrana.

Stamani mi sono messo in testa di scovare qualche luogo d’arte da visitare senza spendere un fiorino qui in città. Mentre a Roma si entra senza sborsare nulla in tutte le chiese, a Firenze vi fanno pagar tutto. Pensate che addirittura ci sono chiese che hanno due ingressi con due biglietti. Se volete vederle per intero sarete obbligati a pagare due ticket.

Merita però sottolineare che Firenze è tenuta meglio rispetto a Roma, c’è poco da fare. La mia è una constatazione di fatti e non un discorso che si regge sul nulla.

Oh, anche se volete venire a trovar me qui in Santa Croce dovete pagare il biglietto.. si paga poco ma si paga comunque.

La Chiesa di Orsanmichele si può visitare gratuitamente così come l’adiacente museo delle sculture anche se quello però si può andare a vedere solo il lunedì.

La Basilica della Santissima Annunziata non è solo un tempio della cristianità ma è anche uno scrigno che contiene opere preziose. La facciata non annuncia lo sfarzo presente all’interno e né le bellezze create da Andrea del Castagno, dal Giambologna, da Andrea del Sarto e dal Perugino.

Un’altra chiesa visitabile senza metter mano al portafoglio è San Miniato al Monte. Inerpicatevi per la scalinata che vi condurrà direttamente dinnanzi a quest’abbazia: ne vale la pena. E’ un capolavoro assoluto dell’architettura di tipo romanico fiorentino. Gli interni sono decorati in maniera abbastanza sobria rispetto ad altre chiese di Firenze. Il panorama che si gode sulla città dal piazzale non ha paragoni. Già che ci siete potete fare un salto anche all’attiguo cimitero monumentale.

In pieno centro potrete, entrare gratis nell’Officina Farmaceutica di Santa Maria Novella. Si trova in via della Scala ed è un negozio che dopo secoli continua a vendere profumi e unguenti. All’interno c’è un pregevole museo dedicato alle erbe officinali.

Vi posso consigliare qualcosa di gratuito e particolarmente insolito? La casa adibita a museo di Rodolfo Siverio. Vi dice niente questo nome? Siverio ha dedicato tutta la vita a rintracciare le opere d’arte trafugate dai nazisti. Ha trascorso un’esistenza assai movimentata ma è riuscito a recuperare tesori immensi. A quest’uomo dobbiamo molto ed è un peccato mortale che la sua storia non sia insegnata nelle scuole dell’obbligo.

Anche il cimitero degli inglesi è ad accesso libero. Molte personalità sono state sepolte proprio lì e passeggiarci è come fare un salto indietro nel corso della storia.

Allora cosa state aspettando? Venite a Firenze. Anche qui qualcosa gratis da vedere c’è eccome!

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti.

f3

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...