Vai al contenuto

Tag: lettere

Il mi babbo non voleva lo comprassi

Investire in poderi mi piaceva. Di soldi ne guadagnavo assai e mai artista, prima di me, fu così ricco guadagnando con le sue opere non solo una fama eterna, ma […]

A far del bene ai micci…

Questa è la lettera che scrissi a Pietro Grondi nel gennaio del 1524 in merito alla posizione di un certo Stefano. Era un mio collaboratore quando lavoravo alla Sagrestia Nuova […]

43 fiaschi di Trebbiano

Mangiare non era una mia passione. Da ragazzetto, la pratica che avevo di studiare i cadaveri di notte con quell’odore nauseabondo e la continua visione di quei corpi sezionati a […]

Speravo di tornare a Firenze in vecchiaia

Scartabellando un po’ di lettere, oggi mi sono ritrovato in mano questa che scrissi a Cornelia Colonelli che si trovava a Casteldurante. La signora Cornelia voleva mandarmi il su’ figliolo affinché […]

Per messer Tommaso

Vi ripropongo una lettera che scrissi da Firenze a Tommaso de’ Cavalieri che si trovava a Roma qualche annetto fa: era il 28 luglio del 1533. Firenze, 28 luglio 1533 […]

Mai contenti

E non erano mai contenti. I mi fratelli e il mi babbo non perdevano occasione per elemosinare dinari quasi come se non glie ne dessi mai a sufficienza. Avevo a […]

Giovan Simone tu non mi piaci più

Che disastro il mi fratello Giovan Simone: disubbidiente e capriccioso come un bimbetto, insofferente e pure scialacquatore. Mi facevo in quattro per rendere la vita della famiglia a Firenze più […]

Di che sorte sia la vita mia

… e non so di che sorte sia la vita mia: perché sto sempre solo, vo poco actorno e non parlo a persona. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che ha […]

Impegni da portare a termine

Di lettere ne scrissi davvero tante, fiumi e fiumi di carta disegnata con una grafia sottile e ricercata. Mica come il mi nipote Lionardo con quella sua calligrafia da gallina […]

Fratelli coltelli

Fra i fratelli che m’han fatto tribolare di più c’è sicuramente Giovan Simone. Arrivò anche a minacciare nostro padre in malo modo per questioni veniali ma, siccome tutto quello che […]

Questioni di giacchetta

Come probabilmente sapete, fra una scultura e l’altra, fra affreschi, disegni e versi, ho avuto anche il tempo per scrivere un mare infinito di lettere. La carta era preziosa, è […]

Fratelli noiosi e pretenziosi

Avevo sempre una gran mole di lavoro da portare a termine. La mia maniera di lavorare il marmo piaceva eccome e mi venivano commissionate continuamente opere. Dopo il successo degli […]