Vai al contenuto

Il contratto per le sculture dell’altare Piccolomini

Il primo giorno di giugno del 1501, il cardinale Francesco Todeschini Piccolomini m’affidò la realizzazione di quindici sculture di modeste dimensioni da mettere nell’altare scolpito da Andrea Bregno.

Un lavoro che niente aveva a che fare con le opere che fino ad allora avevo realizzato come il Bacco o la Pietà ma accettai di buon grado.

A seguire vi riporto la parte iniziale del contratto originale che stipulai col cardinale. A proposito, se volete saperne qualcosa in più su questa storia dell’altare, vi invito a LEGGERE QUESTO post.

Annunci

25 giugno 1501 (Siena)

In nomine Patri set Filii et Spiriti Sancti ac gloriose Virginis Marie Amen

Sia noto et manifesto a qualunche persona vederà ho leggerà  la presente scritta, come el R.Mo Cardinale di Siena acottuma et alloca a Michelangelo di Lodovico Bonarroti, scultor fiorentino, a fare figure quindici di marmo carrarese, novo, candido et biancho et non venoso, ma della perfectione si richiede a quelle. Le quali tutte, salvo le infrascritte, habbiano ad essere di braccia dui l’una alte, quali sia tenuto a fare in anni tre, per presso di ducati cinquecento d’oro in oro larghi a tutte suoi spese de’ marmi et ogni altra cosa. Et quando in Firenze non habbia tanti marmi faccino le quindici figure, sia tenuto farlo venire da Carrara alla sopradicta perfectione.

Item sia tenuto et obligato a fare quelli apostolo e sancti che Sua Signoria R.ma nominerà, a dextra et a sinistra della cappella, con li appannamenti, posamenti, gesti et nudo se li conviene. Et siano della perfectione che lui promette, cioè di più bontà, meglio conducte, finite et di più perfectione che figure moderne siano oggi in Roma….

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e i suoi discorsi

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Incontrare Vasari a Palazzo Vecchio

Conoscere la storia dell’arte e i personaggi del passato in modo diverso è possibile. Dopo il periodo di sospensione di due anni tornano a Palazzo Vecchio le esperienze che consentono di vivere appieno il passato…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: