Vai al contenuto

Quando la carta era un bene prezioso

Quando la carta era ancora un bene prezioso non veniva sprecata. Ogni foglio veniva adoperato al massimo e anche un piccolo ritaglio poteva essere utilizzato per annotare idee, pensieri o schizzare un’idea che frullava per la testa.

Adesso non si da’ più alcun valore alle cose. Tutto viene buttato prima di aver concluso il proprio ciclo vitale.

Non mi ci ritrovo in questo mondo moderno. Sarò pure attempato ma non posso arrivare a capire lo spreco perché come dice quel grand’uomo di Mujica, l’attuale presidente dell’Uruguay “quando compro una cosa non la compro col denaro, ma col tempo che h impiegato a guadagnarlo”.

il vostro Michelangelo Buonarroti, con pochi peli sulla lingua e nel cuore.

Michelangelo Buonarroti - Quattro studi per un braccio destro piegato, visto da angoli differenti

Michelangelo Buonarroti - Schizzo di un uomo nudo

Michelangelo Buonarroti - Studi di gambe

Michelangelo Buonarroti - Vari schizzi e un poema

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: