Vai al contenuto
Annunci

Tag: Carrara

Firenze e il mio stanzone di via Mozza

Quando me ne andai da Firenze per stabilirmi in pianta stabile a Roma, dovetti lasciare il mio studio fiorentino di via Mozza con tutto il suo contenuto. Dentro c’erano sculture […]

Il David: gigante dai piedi d’argilla

Il mio David è imponente, colossale ma altrettanto fragile e delicato. Già in partenza lo realizzai con un marmo di qualità non proprio eccellente. Era pieno di taroli su tutta […]

A New York senza Carrara

E’ mai possibile che non possa sta tranquillo nemmeno da morto? Almeno quand’ero in vita potevo rispondere per le rime a quanti tentavano di manipolarmi o di farmi stare da […]

Se avessi potuto far quel che mi parea!

Mi son messo a cercare fra vecchie carte e scartoffie proprio per proporvi qualcosa d’interessante. Ho ritrovato una lettera che scrissi mentre ero a Carrara a Domenico Buoninsegni a Roma… […]

Abbraccio Carrara

Stasera mi son chiuso qui dentro Santa Croce assieme ai miei compagni da secoli. S’è appena finito di guardare il servizio del telegiornale sull’alluvione che si è appena abbattuto su […]

Il mortaio e la vanagloria dei saccenti

Buongiorno a tutti i miei affezionati elettori e a tutti quelli che per la prima volta oggi si avventurano fra le pagine di questo mio blog personalissimo. Sapete, questa notte […]

Lo schiavo barbuto

Lo schiavo barbuto è uno di quelli che oggi potete ammirare presso la Galleria dell’Accademia a Firenze. Lo realizzai nel decennio compreso fra il 1520 e il 1530. Vogliatemi scusare […]

Ridatemi martello e scalpello

Vorrei poter tornare a scolpire per portare a termine almeno uno di quei tanti progetti che lasciai a metà. Magari potessi sostituire quell’Ercole e Caco che sembra scolpito da un […]

Marmi di Carrara per Giulio II

I marmi per le mie opere li ho sempre scelti dalle cave di Carrara non solo perché erano assai pregiati e belli ma anche perché le persone che lavoravano lì […]

A sculpir qui cose divine

C’è una mostra in corso organizzata per celebrare al meglio i 450 anni della mia morte di cui ancora non vi avevo parlato. Si tratta di “A sculpir qui cose […]