Vai al contenuto

Le Opere del Natale: la Madonna della paglia di Van Dyck

Come hanno affrontato il tema della Natività i pittori di tutti i tempi? Da oggi prende il via una nuova rubrica Le Opere del Natale che vi accompagnerà da qui fino al 6 gennaio. Tutte le settimane vi proporrò uno o più dipinti legati al Natale, alcuni molto noti, altri meno ma non per questo trascurabili.

Voglio iniziare questa rassegna con un’opera che mi piace particolarmente ed è La Madonna della Paglia, dipinta da Antoon Van Dyck fra il 1625 e il 1627.

L’artista mise mano a questo lavoro negli ultimi anni del suo periodo genovese che terminò con il suo ritorno in terra natìa, ad Anversa, nel 1627.

Annunci

Van Dyck dipinse questa tela a olio per farne dono ai fratelli Lucas e Cornelis de Wael che lo avevano aiutato durante la sua permanenza a Genova. L’opera rimase in Italia poco tanto che nel 1691 veniva già annoverata fra i possedimenti di Jean Baptiste Anthoine.

Ritornò nel nostro Paese grazie al cardinale Neri Maria Corsini che nel 1753 volle acquistarla per arricchire la sua preziosa collezione per la considerevole cifra di 250 scudi.

In questo dipinto al centro della scena c’è Maria. Ha appena finito di allattare il Bambino e lo sta comprendo con un panno bianco. Il capo del Figlio però copre il seno della Madre escludendone la visione allo spettatore. Mentre nelle precedenti iconografie delle Madonne del Latte il seno rimaneva nudo, dopo il il Concilio di Trento gli artisti cercarono soluzioni alternative per non mostrare le nudità dei corpi, considerate oramai sconvenienti.

Annunci

Dei personaggi che tradizionalmente affollano le natività, qui è rimasto solo l’asinello in penombra. Il volto di Maria è tutt’altro che sereno e gioioso. E’ evidente che qualcosa stia turbando la mente della Madonna: è il futuro del Figlio a preoccuparla.

Aguzzando la vista potrete notare alcuni simboli tipici della Passione di Cristo come il lenzuolo bianco sul quale riposa Gesù che pare il futuro sudario e gli assi inchiodati a forma di croce sulla destra che alludono alla Crocifissione. Dalla paglia ben illuminata dalla luce irradiata dal Bambino spuntano delle spighe di grano che ricordano il pane dell’Eucarestia.

Se volete ammirare con i vostri occhi il dipinto della Madonna della Paglia dovete avventurarvi nella preziosa Galleria Corsini di Roma.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

The Works of Christmas: Van Dyck’s Madonna of the Straw

How did painters of all time deal with the theme of the Nativity? From today a new column The Works of Christmas kicks off that will accompany you from here until January 6th. Every week I will propose one or more paintings related to Christmas, some very well known, others less but not negligible.

I want to start this review with a work that I particularly like and it is The Madonna della Paglia, painted by Antoon Van Dyck between 1625 and 1627.

The artist put his hand to this work in the last years of his Genoese period which ended with his return to his native land, in Antwerp, in 1627.

Van Dyck painted this canvas in oil as a gift to the brothers Lucas and Cornelis de Wael who had helped him during his stay in Genoa. The work remained in Italy for a short time so that in 1691 it was already listed among the possessions of Jean Baptiste Anthoine.

He returned to our country thanks to Cardinal Neri Maria Corsini who wanted to buy it in 1753 to enrich his precious collection for the considerable sum of 250 scudi.

In this painting, Mary is at the center of the scene. She has just finished breastfeeding the baby and is covering him with a white cloth. The head of the Son, however, covers the breast of her Mother, excluding the viewer from seeing it. While in the previous iconographies of the Madonnas of the Milk the breast remained naked, after the Council of Trent the artists sought alternative solutions in order not to show the nakedness of the bodies, now considered improper.

Of the characters that traditionally flock to the nativities, only the donkey in dim light remains here. Mary’s face is anything but serene and joyful. It is evident that something is troubling the mind of Our Lady: it is the future of the Son that worries her.

By looking closely you will notice some typical symbols of the Passion of Christ such as the white sheet on which rests Jesus who looks like the future shroud and the planks nailed in the shape of a cross on the right that allude to the Crucifixion. From the straw, well illuminated by the light radiated by the Child, ears of wheat sprout, reminiscent of the bread of the Eucharist.

If you want to admire the painting of the Madonna della Paglia with your own eyes, you must venture into the precious Galleria Corsini in Rome.

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Le Opere del Natale: l’Adorazione dei Pastori di Guido Reni

    Le Opere del Natale: l’Adorazione dei Pastori di Guido Reni

    🇮🇹L’Opera del Natale che vi propongo oggi è il grande e suggestivo dipinto a olio su tela dell’Adorazione dei Pastori che il pittore bolognese Guido Reni realizzò fra il 1640 e il 1642… 🇬🇧The Christmas work that I propose to you today is the large and evocative oil painting on canvas of the Adoration of the Shepherds that the Bolognese painter Guido Reni created between 1640 and 1642…

  • Il Natale ai Musei Vaticani

    Il Natale ai Musei Vaticani

    🇮🇹In occasione del Santo Natale, nelle giornate del 10, del 17 e del 23 dicembre, i Musei Vaticani propongono un’eccezionale visita guidata alla scoperta del Presepe nell’Arte… 🇬🇧On the occasion of Holy Christmas, on 10, 17 and 23 December, the Vatican Museums offer an exceptional guided tour to discover the Crib in Art…

  • Documentario: Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria

    Documentario: Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria

    Se questo pomeriggio piove anche da voi e volete rimanere in casa a guardare qualcosa di bello e interessante, vi propongo questo interessante documentario dal titolo “Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria”.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: