Vai al contenuto

I predatori del tempo: ladri d’arte, il documentario online

L’arte rubata è un tema, ahimé, che non passa mai di moda. In questo documentario girato da Adolfo Conti, realizzato grazie a una co-produzione internazionale, si cerca di affrontare il legame che hanno alcuni grandi musei e collezioni private con questo fenomeno.

Basti pensare che il Paul Getty Museum, il più ricco e grande museo privato del mondo, negli anni Ottanta spendeva circa 50milioni di dollari per effettuare nuovi acquisti. Ma non è l’unico museo che effettuava investimenti simili, seguivano a ruota infatti il Metropolitan Museum di New York, il Museum of Art di Cleveland, il Museum of Fine Arts di Boston e molti altri ancora.

Sembra incredibile eppure per rendervi conto di quanto questo fenomeno fosse diffuso e quanto la relazione fra ladri d’arte e certi musei fosse stretta, guardate il documentario che trovate cliccando QUA. Ne scoprirete delle belle.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: