Vai al contenuto

Rubate 65 monete d’oro al Museo di San Mamiliano

Sono state rubate 65 monete d’oro coniate nell’arco di cento anni compreso fra l’ultimo periodo dell’Impero Romano d’Occidente e l’inizio dell’Impero Romano d’Oriente.

Un furto che ha impoverito il tesoro del Museo di San Mamiliano di Sovana che si trova a Sorano, in provincia di Grosseto. Le monete, coniate fra il IV e il V secolo d.C., hanno un immenso valore archeologico e storico. Furono ritrovate durante gli scavi del 2004, sepolte al di sotto del pavimento della chiesa di San Mamiliano di Sovana.

Durante quel ritrovamento furono rinvenute ben 498 monete provenienti per lo più dalla zecca di Costantinopoli, fatte coniare da Leone I e Antemio. 83 monete vennero portate al museo di Sovana mentre le altre tutt’oggi sono custodite al Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

La data del furto è compresa fra la notte del 3 novembre e il 9 novembre 2019. Il museo infatti in questo periodo apre solo il fine settimana e della mancanza delle monete se ne sono resi conto i custodi nel momento dell’apertura al pubblico della sede museale.

Secondo il nucleo dei carabinieri specializzato nella tutela del patrimonio artistico accorsi sul luogo, il brutto colpo è stato messo a segno da ladri professionisti che hanno disattivato il sistema d’allarme e il sistema di videosorveglianza.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti, ahimè, oggi non felici.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: