Vai al contenuto

Categoria: poesie

La lieta Povertà fuggendo acquista

Nuovo piacere e di maggiore stimaveder l’ardite capre sopr’un sassomontar, pascendo or questa or quella cima,e ‘l mastro lor, con aspre note, al basso,sfogare el cor colla suo rozza rima,sonando […]

Al diletto strazio

 Amor, la morte a forzadel pensier par mi scacci,e con tal grazia impaccil’alma che, senza, sarie più contenta.    Caduto è ‘l frutto e secca è già la scorza,e quel, già dolce, […]

‘L capo ha fermo e prossim’a le stelle

Un gigante v’è ancor, d’altezza tantache da’ sua occhi noi qua giù non vede,e molte volte ha ricoperta e frantauna città colla pianta del piede;al sole aspira e l’alte torre […]

Stanco e vicino all’ultima parola

Perché l’età ne ‘nvolail desir cieco e sordo,con la morte m’accordo,stanco e vicino all’ultima parola.    L’alma che teme e colaquel che l’occhio non vede,come da cosa perigliosa e vaga,dal tuo bel […]

Cenere al vento

Se da’ prim’anni aperto un lento e pocoardor distrugge in breve un verde core,che farà, chiuso po’ da l’ultim’ore,d’un più volte arso un insaziabil foco?    Se ‘l corso di più tempo […]

Mille capi ha ciascun per sé solo

…di pietra ha ‘l core e di ferro le braccia,e nel suo ventre il mare e ‘ monti caccia.    Sette lor nati van sopra la terra,che cercan tutto l’uno e l’altro […]

Quand’il servo il signor d’aspra catena…

 Quand’il servo il signor d’aspra catenasenz’altra speme in carcer tien legato,volge in tal uso el suo misero stato,che libertà domanderebbe appena.    E el tigre e ‘l serpe ancor l’uso raffrena,e ‘l […]