Vai al contenuto

Categoria: Firenze

Lavoro, fatica e sudore

Periodi brutti e amari n'ho passati tanti nel corso della vita ma a tutti son sopravvissuto. Certo che di cicatrici me ne son rimaste assai ma forse, senza tutte quelle ferite che porto sul petto come medaglie al valor civile, le mie opere sarebbero state meno cariche, meno espressive e meno emozionanti

Il David: gigante dai piedi d’argilla

Il mio David è imponente, colossale ma altrettanto fragile e delicato. Già in partenza lo realizzai con un marmo di qualità non proprio eccellente. Era pieno di taroli su tutta […]

Sagrestia Nuova: l’architettura

Chi entra all’interno della Sagrestia Nuova si trova dinnanzi le tombe della potente famiglia fiorentina e nemmeno fa caso all’architettura che ha intorno. Eppure anche quella è opera mia e […]

La disputa per la collocazione del David

Sapete quale avrebbe dovuto essere la collocazione originaria del David? Questa che vedete in foto: sopra uno dei contrafforti esterni del duomo di Santa Maria del Fiore. Talmente era bello però che subito venne accantonata l'idea iniziale...

La mia dimora eterna

La tomba dentro la quale mi riposo poco e penso molto fu progettata dal mio caro amico Giorgio Vasari e portata a termine da diversi talentuosi allievi.