Crollata la scultura di Fischer in Piazza della Signoria

Come forse avrete già visto, quel coso in Piazza della Signoria realizzato da Fischer s’è schiantato al suolo nella serata di ieri. Una delle opere di cera tanto discusse ha ceduto ed è crollata. Per fortuna ha causato solo un poi di scompiglio ma nessuno s’è fatto male.

In realtà quel coso lì avrebbe dovuto sciogliersi entro metà gennaio ma niente, la base ha ceduto e si è autodistrutto prima. Oserei dire per fortuna e adesso mi auguro che provvedano a rimuoverlo al più presto e che tolgano anche l’altro rimasto in piedi per evitare un altro incidente simile. Quell’altro cosone di dieci metri che i fiorentini si sono affrettati a definire con epiteti non proprio lusinghieri che sta in posizione un po’ più centrale rispetto alla Piazza temo dovremmo sorbircela più a lungo.

Ma il tanto decantato decoro cittadino? Non mi venite a raccontare che quella è arte contemporanea, per piacere.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta sperando un giorno di poter passeggiare per Piazza della Signoria, libera da osceni e inopportuni ingombri.

33071426

Annunci

Il David che guarda la luna

Il David che guarda la luna è l’ultimo lavoro di Edoardo Kobra, uno degli street artist più celebri e apprezzati del mondo. Avete presente il murales gigante, lungo 170 metri e alto 15, che è divenuto il simbolo delle olimpiadi di Rio 2016? Beh, pure quello è roba sua.

Questa volta per vedere il suo lavoro di persona ci sarà da andare a Carrara, incamminarsi verso i bacini marmiferi e salire fino in vetta presso le cava Venedretta di Gualitero Corsi.

Dal 15 maggio fino al 19, Kobra si è messo all’opera per reinterpretare il mio David alla sua maniera, riproponendolo su una parete di marmo alta una ventina di metri. La troupe di Sky Arte ha ripreso ogni singolo momento ed è ipotizzabile pensare che fra non molto venga fuori un bel documentario da godersi seduti sul divano o su una seggiola sgangherata.

Prima di salutarvi, vi propongo qualche scatto realizzato da Confinigrafici di Kobra al lavoro e dell’opera conclusa.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

18485535_1871322796440575_7631330606899122029_n.jpg

18581523_1871319503107571_330683377558146137_n

18555896_1872300533009468_5939353620922789648_n.jpg

TTG-Logo-Final white backgroundBook a Michelangelo tour and receive 5% off with Promo Code MB05AB

Bolzano e il suo Museion

Stasera voglio tornare a parlarvi di uno dei musei di arte contemporanea più noti: il Museion di Bolzano. L’architettura che ospita più di 4.500 opere è già di per sé un interessante realizzazione artistica ideata dalle brillanti menti dello studio SVK di Berlino.

Museion propone al pubblico mostre tematiche, esposizioni temporanee di opere prevalentemente realizzate da artiste donne.

Durante l’estate la facciata del museo viene utilizzata per offrire a  tutta la città interessanti rassegne video suggestive e imperdibili.

Le opere conservate presso Museion vengono esposte tutte a rotazione nell’arco dell’anno e possono essere visionate al secondo e al terzo piano.

Le inaugurazioni delle mostre sono veri e propri eventi che richiamano come una calamita le persone. La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti coloro che vogliono lasciarsi contagiare dall’arte e dalle innovazioni.

Museion ha fatto propria quella che è anche la mia personale maniera di vedere le cose. L’arte dovrebbe essere sempre gratuita per essere fruibile a tutti. Non è onesto tagliare fuori dalla cultura del bello chi non può permettersi di acquistare un ingresso. Questi sono tempi duri e portare tutta la famiglia in un museo, di arte contemporanea o antica, è una spesa insostenibile.

Vero è che i c’è bisogno di palanche per mantenere in piedi collezioni importanti, per sostenere i costi di allestimento, sorveglianza e restauri. La soluzione? Non ce l’ho nemmeno io.

Il vostro Michelangelo Buonarroti, che affida all’arte  compito di avvicinare gli animi a Dio.

images (1)

Se volete informarvi meglio su tutti gli eventi che vengono organizzati da Museion, collegatevi al sito ufficiale http://www.museion.it/

 

L’arte contemporanea di Museion

Prevedendo un pomeriggio di calura sconcertate in quel di Firenze, ho alzato le tende e di buon ora ho preso il treno dalla stazione di Santa Maria Novella per andarmene a visitare un’esposizione di arte contemporanea a Bolzano.

Appena arrivato in città ho tirato un sospiro di sollievo: l’aria qui è decisamente più tollerabile e non pare di respirare mantenendo la testa dentro il forno come a Firenze.

Andando a piedi da una parte all’altra della città per ammirare le sue bellezze, ho scovato un museo di arte contemporanea: Museion. Attualmente c’è in corso un’interessante mostra di Tatiana Trouvé dal titolo emblematico

I tempi doppi

Se avete la fortuna di abitare a Bolzano o di passare nei dintorni non lasciatevi sfuggire l’occasione di fare un’esperienza sensoriale inusuale e fuori dal comune.

Volete un consiglio appassionato e disinteressato? Entrate lasciando fuori dalla porta ogni schema mentale e dimenticatevi di tutto lo scibile umano. Solo così riuscirete a comprendere a pieno tutte le opere create dalla fantasia di Tatiana Trouvé. Avrete il piacere di conoscere un tipo di arte distante anni luce da me e dal mio modo di pensare.

Attraverso dodici opere la Trouvé interpreta ciò che la circonda talvolta elabroando oggetti di uso comune. Lasciatevi coinvolgere da quello che troverete negli spazi espositivi di Museion. L’arte non ha bisogno di essere spiegata ma deve essere vissuta. Nemmeno è necessario essere esperti del settore per poter apprezzare istallazioni fuori dagli schemi più scontati: guardate con i vostri occhi e poi interpretate ogni cosa secondo le vostre esperienze personali. Solo in questo modo è possibile fare propria ogni mostra di arte moderna, contemporanea o antica che sia.

Potete visitare “I Tempi Doppi” di Tatiana Trouvé presso MUSEION, museo di arte contemporanea che si trova al numero 6 di via Dante a Bolzano fino al 7 Settembre 2014.

Vi ricordo con molto piacere che ogni giovedì, nella fascia oraria compresa fra le 18 e le 22, potrete accedere al percorso museale di MUSEION senza pagare nemmeno mezzo fiorino.

Se desiderate informarvi su tutte le altre iniziative di MUSEION potete collegarvi direttamente al link a seguire oppure aspettare alcuni miei prossimi post.

http://www.museion.it/

il vostro Michelangelo Buonarroti che da oggi inizia a frequentare un tipo di arte agli antipodi rispetto alla sua.

Museion_at_the_EURAC_tower

MUSEION_HOR_GRAYSCALE_web1