Vai al contenuto

Intimorivo anche i papi

Che non avessi un grande tatto è cosa nota come è noto non fossi amato per le doti diplomatiche che non possedevo. Meno noto è invece il fato che infondevo un sentimento di paura anche nei papi.

Dopo la morte prematura di Raffaello avvenuta il 6 aprile del 1520, Sebastiano del Piombo che al tempo ancora era amico mio, cominciò a sperare di poter avere la possibilità di portare a termine alcuni suoi lavori che aveva già cominciato in Vaticano.

Sala di Costantino, foto Musei Vaticani
Annunci

In particolare voleva metter mano alle decorazioni della Sala di Costantino e pretendeva lo raccomandassi al cardinale Giulio de’ Medici, futuro papa Clemente VII. In quel momento Giulio de’ Medici si trovava a Firenze dove fra l’altro ero anch’io, impelagato nel progetto della facciata del San Lorenzo.

Sebastiano aveva il vizio di chiedermi continuamente favori: già l’aveva fatto anni prima con la Resurrezione di Lazzaro. Ancora non aveva ricevuto il pagamento che gli si spettava e mi chiese che in virtù della mia autorevolezza, di chiedere quei soldi al committente.

La Resurrezione di Lazzaro di Sebastiano del Piombo
Annunci

In una lettera in cui mi chiedeva l’ennesima intercessione che mi scrisse il 27 ottobre del 1520, Sebastiano fece riferimento al rapporto che avevo con il papa di allora: Clemente VII. Certo lo conoscevo assai bene tanto che da ragazzi s’era stati tutti e due a desinare alla corte di Lorenzo il Magnifico che altro non era che suo zio.

Nelle poche righe estratte da quella lunga lettera si capisce bene quanto timore potessi incutere anche in lui, il papa solo di qualche anno più giovane di me.

“Io so in che conto vi tien el Papa, et quando parla de vui par rasoni de un suo fratello, quassi con le lacrime algli occhii; perchè m’ha decto a me vui sette nutriti insiemi, et dimostra conoscervi et amarvi, ma facte paura a ognuno, insino a’ papi!”

Il ritratto che mi fece Daniele da Volterra nel 1544. The Metropolitan Museum of Art, New York
Annunci

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

1 dicembre 1521: i 500 anni dalla morte di papa Leone X de’ Medici

Oggi 1 dicembre si celebrano i 500 anni dalla morte di papa Leone X, il primo pontefice della potente casata Medici,  al secolo Giovanni di Lorenzo de’ Medici.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: