Vai al contenuto

La Gipsoteca Bartolini

La Gipsoteca Bartolini, dopo il corridoio dei Prigioni e la Tribuna del David, è il luogo che preferisco della Galleria dell’Accademia. Sembra di entrare nello studio di uno scultore dell’Ottocento e di certo è un effetto fortemente voluto da chi ha messo a punto la collocazione dei vari gessi.

L’odierna Galleria dell’Accademia un tempo era l’ospedale di San Matteo. Nel 1784, per volere del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo di Lorena, il complesso fu convertito in un ambiente di studio fondando di fatto uno dei musei più visitati al mondo.

photo by @renatabandelloni

Quella che era un tempo la corsia delle donne, oggi ospita la Gipsoteca Bartolini. Basta salire i pochi gradini che la sopra elevano dal piano terra per trovarsi davanti a busti, opere monumentali e bellissime fanciulle in gesso ideate dal Bartolini ma anche da altri artisti dell’epoca come il Pampaloni.

Annunci
La Maria incantata davanti al Narciso del Bartolini

Il Bartolini fu assai ricercato dalle famiglie aristocratiche ottocentesche che s’erano trasferite stabilmente a Firenze. Gli commissionarono busti, monumenti commemorativi e ritratti. Apprezzavano la sua grazia e il saper dare personalità a ogni volto.

La Maria e la Rosa in esplorazione

Fra i busti riprodotti ci sono i personaggi che frequentavano lo studio dell’artista: da Liszt a Rossini, Madame de Stael e Lord Byron. Si rivolsero a lui i marchesi di Bristol e di Londonderry, i Gur’ev, i Demidov, i Duchi d’Alba, i Poniatowski, gli Eynard ma anche tante altre famiglie nobiliari russe, spagnole polacche e inglesi.

Annunci
photo by @renatabandelloni

Vi siete mai chiesti a cosa servono i chiodi che si vedono sui gessi? Non sono altro che dei punti di riferimento fondamentali per riprodurre nel marmo la stessa opera, con le medesime proporzioni. Sebbene sia passato qualche secolo, è una tecnica particolarmente valida tanto che viene adoperata tutt’oggi.

Annunci
photo by @renatabandelloni

Tante sono le opere interessanti in questa ala della Galleria dell’Accademia. C’è ad esempio la Tavola degli Amori che fu commissionata al Bartolini dal principe Anatolij Demidov per la sua villa di San Donato a Firenze. La scultura in marmo rimase lì fino al 1870 poi fu battuta all’asta a Parigi e finì nelle mani del conte Joseph Florimond Loubat che la regalò al Metropolitan Museum of Art di New York nel 1903.

Annunci
La Tavola degli Amori

La Carità Educatrice fu realizzata dal Bartolini fra il 1842 e il 1850 e oggi l’opera scultorea si trova al Rijksmuseum. Su rotolo che il bambino tiene in mano si legge: “Non fare ad altri quello che non vuoi sia fatto a te”.

Annunci
La Carità Educatrice del Bartolini

Se avete l’occasione di visitare la Galleria dell’Accademia di Firenze, lasciatevi affascinare dalla Gipsoteca Bartolini e dai suoi gessi così espressivi e intensi.

Se volete approfondire la vostra conoscenza su questo scultore, vi consiglio il libro Lorenzo Bartolini: lo scultore del bello naturale che trovate QUA, edito dalla Giunti.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti dai luoghi più belli del nostro Paese.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: