Vai al contenuto
Annunci

Video: la storia della Torre di Pisa

La Torre di Pisa è una delle costruzioni architettoniche italiane più celebri nel mondo. La sua popolarità è dovuta non solo alla magnificenza ma anche alla sua pendenza che per secoli ha fatto temere il peggio a esperti e profani.

La costruzione fu avviata il 9 agosto del 1173 con la posa della prima pietra ma fu terminata solo nel 1350 dopo non pochi problemi che si verificarono già quando si arrivò alla realizzazione del terzo piano. Fu allora che i lavori vennero sospesi: la torre, con le fondamenta posate su un terreno sabbioso e argilloso, iniziò a inclinarsi.

Dopo quasi cent’anni di vicende politiche travagliate, si riprese a costruire la torre ma scegliendo di inclinare i piani nel senso opposto della pendenza che aveva assunto il campanile. Se guardate bene la Torre di Pisa, questo stratagemma lo potrete notare facilmente.

Immaginatevi cosa voleva dire a quel tempo realizzare un’opera così grande e importante in marmo bianco di Carrara. Era certamente una sfida di grande portata tenendo in considerazione i mezzi dell’epoca.

56 metri d’altezza suddivisi in otto piani: questo è il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, terminato di realizzare nel 1350. 14.523 tonnellate di peso che nel Novecento hanno fatto stare tutti con il fiato sospeso. La Torre pendeva sempre di più ed era necessario ricorrere ai ripari in fretta per evitare di vederla crollare.

Nel 1908 fu istituita una commissione per lo studio delle condizioni della Torre di Pisa dal Ministero della Pubblica Istruzione. Nel 1935 si optò per effettuare delle iniezioni di cemento attraverso 391 fori, un progetto di Girometti. L’effetto fu devastante e la Torre si inclinò ancora di più.

Negli anni a seguire si effettuarono altri interventi provvisori nella speranza di fermare perlomeno l’inclinarsi continuo della Torre ma nel 1993 la pendenza era arrivata a 4,5 gradi.

Attualmente, mediante un sistema di contrappesi e grazie a una sotto escavazione effettuata fra il 1999 e il 2001 la Torre si è stabilizzata e addirittura, ha recuperato parte dell’inclinazione tornando indietro a 4°.

Oggi è consentito raggiungere la cella campanaria della Torre di Pisa… basta pagare il biglietto e avere un po’ di fiato e gambe buone per salire le tre rampe di scale a chiocciola.

Nel documentario che vedete a seguire, vi vengono illustrati tutti i passaggi che hanno portato alla realizzazione del sistema di contrappesi che oggi sembra funzionare e che ha stabilizzato finalmente la Torre di Pisa. Guardatelo perché è molto interessante.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: