Vai al contenuto

Presepi scolpiti nella pietra

Le natività dipinte sono innumerevoli mentre i presepi scolpiti in marmo sono un po’ meno numerosi ma degni di nota. Il più antico arrivato fino ai giorni nostri è quello che papa Niccolò IV commissionò ad Arnolfo di Cambio nel lontano 1291. Erano trascorsi non molti anni da quando San Francesco, nel 1223, volle rievocare a Greccio la Natività con una rappresentazione vivente.

Annunci

Niccolò IV fu il primo francescano a salire sul trono pontificio. Volle far edificare nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore a Roma una grotta che avrebbe ospitato questo prezioso presepe ancora tutto da realizzare. Arnolfo di Cambio si mise al lavoro creando qualcosa di mai visto prima. Sebbene le sculture osservandole sembrino a tutto tondo, sono in realtà degli alto rilievi. Un lavoro molto accurato che comprende il Bambinello fra le braccia della Madre, Giuseppe, Maria, i tre Re Magi più il bue e l’asinello.

Il presepe di Arnolfo di Cambio attualmente è conservato nella cripta della Cappella Sistina di Santa Maria Maggiore.

Un altro presepe degno di nota scolpito nella pietra, meno conosciuto ma bellissimo, è quello che si trova a nella chiesa di Sant’Ambrogio, nota anche come chiesa del Gesù a Genova. Attribuito a Tommaso Orsolino è stato realizzato fra il 1624 e il 1626. E’ ricco di particolari e addirittura, sullo sfondo, si vedono panorami e alberi ben delineati che riescono a esaltare ancor di più la visione prospettica.

Annunci

Mentre Maria e Giuseppe guardano il Bambino nella mangiatoia, due angeli sorreggono l’altare che si trova sopra le loro teste. Sullo sfondo compare un pastorello che sta arrivando con qualche omaggio per in nuovo nato.

E voi conoscete altri presepi scolpiti nella pietra? Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

🇮🇹Nel percorso espositivo della mostra “Donatello. Il Rinascimento” ci si trova faccia a faccia con il Crocifisso, la Madonna e San Giovanni dolenti, San Maurelio e San Giorgio col drago in bronzo e ottone di Niccolò Baroncelli e Domenico di Paris.
🇬🇧In the exhibition itinerary of the exhibition “Donatello. The Renaissance” we come face to face with the Crucifix, the Madonna and San Giovanni dolenti, San Maurelio and San Giorgio with the dragon in bronze and brass by Niccolò Baroncelli and Domenico di Paris.

Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

🇮🇹Girovagando fra un ambiente e l’altro di Palazzo vecchio inevitabilmente ci si ritrova dinnanzi a mirabili mobiletti intarsiati con marmi e pietre dure preziose e semipreziose….
🇬🇧Wandering from one room to another in the Palazzo Vecchio, one inevitably finds oneself in front of admirable cabinets inlaid with marble and precious and semiprecious semiprecious stones….

21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

🇮🇹Sono ormai trascorsi esattamente cinquant’anni da quando il trentaquattrenne australiano Lazlo Toth inveì con una mazzetta sopra la Pietà Vaticana e per l’occasione voglio proporvi alcune delle immagini più significative di quel momento ma non solo…
🇬🇧 Exactly fifty years have now passed since the thirty-four-year-old Australian Lazlo Toth railed with a bribe over the Vatican Pietà and for the occasion I want to offer you some of the most significant images of that moment but not only …

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: